Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:17 METEO:AREZZO14°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Alberto Angela a Pompei: «Sperimenteremo la tecnica del piano sequenza»

Attualità sabato 20 marzo 2021 ore 11:30

Trasporto Pubblico, un giorno di sciopero

E' stato indetto dai sindacati per venerdì prossimo 26 marzo. Ecco i dettagli delle modalità di astensione



AREZZO — Dopo lo svolgimento delle prime 4 ore di sciopero nazionale dei lavoratori dei trasporti dello scorso 8 febbraio, le segreterie nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna hanno proclamato una nuova astensione dal lavoro per venerdì 26 marzo, questa volta per l’intera giornata.

“Dopo l’interruzione del confronto per il rinnovo del CCNL Autoferrotranvieri Internavigatori (Modalità TPL) scaduto da oltre 3 anni e a seguito dell’esito negativo delle procedure di raffreddamento e conciliazione previste dalla legge - spiegano i sindacati - l’atteggiamento di indifferenza e chiusura delle Associazioni Datoriali continua. La seconda azione di sciopero si rende necessaria anche in difesa del ruolo sociale del Trasporto Pubblico Locale, per un suo reale rilancio e sviluppo e per ottenere il sacrosanto diritto al rinnovo del CCNL scaduto il 31.12.2017. Riaffermiamo con forza l’urgenza di un rilancio del settore, anche attraverso la riforma del sistema industriale che, in previsione di un processo competitivo, incentivi il superamento della polverizzazione d’impresa nonché affronti le sfide legate alla necessaria sostenibilità ambientale. Riforma del settore che non può in alcun modo prescindere dal rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e dall’adeguamento salariale e normativo per le lavoratrici e per i lavoratori”.

Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna provinciali di Arezzo, Grosseto, Livorno e Siena informano che i lavoratori delle Aziende Tiemme S.p.a., ByBus Scrl e Bargagli Autolinee Srl si asterranno dal servizio in base alle disposizioni di legge 146/90 ed 83/2000 nonché agli accordi aziendali in essere con le seguenti modalità:

Personale Viaggiante: dalla mezzanotte alle 5,30, dalle 8,30 alle 12,30, dalle 15,30 a fine turno;

Personale Impianti fissi (manutenzione): dalla mezzanotte alle 5,30, dalle 8,30 alle 12,30, dalle 15,30 a fine turno;

Personale Funicolare: dalla mezzanotte alle 5.30, dalle 8,30 alle 12,30, dalle 15,30 a fine turno;

Agenti Movimento e Traffico: dalla mezzanotte alle 5,30, dalle 9 alle 12, dalle 16 a fine turno;

Verificatori Titoli di Viaggio: dalla mezzanotte alle 5,30, dalle 8,30 alle 12,30, dalle 15,30 a fine turno;

Biglietterie: dalla mezzanotte alle 5,30, dalle 8,30 alle 12,30; dalle 15,30 a fine turno;

Impiegati: intera giornata

Centralino: intera giornata

Piazzalisti e/o Capi Deposito: In ottemperanza alla legge 146/90 ed 83/2000 non effettueranno nessuna ora di sciopero ai fini della garanzia dei Servizi Minimi richiesti.

“Siamo ben consapevoli delle grave emergenza che ha colpito il Paese - concludono le organizzazioni sindacali - ma siamo altrettanto convinti che proprio coloro che hanno lavorato con impegno, professionalità e a rischio dell’incolumità personale per consentire il diritto alla mobilità della cittadinanza, già duramente provata dall’inizio di questa pandemia, non possono non aver riconosciuto il diritto al rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro e al miglioramento delle condizioni lavorative, sia normative che salariali”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno