Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità giovedì 06 agosto 2020 ore 11:22

Un aiuto all'Aipd per ripartire dopo il Covid

L'associazione persone down ha ricevuto un importante sostegno dalla Fondazione Graziella - Angelo Gori



AREZZO — Aiutare Aipd (Associazione Italiana Persone Down di Arezzo) a ripartire dopo il Covid 19. 

Lo sta facendo la "Fondazione Graziella - Angelo Gori" che, per il secondo anno consecutivo, ha previsto un intervento a favore dell’associazione che opera per favorire l’inclusione e la formazione delle persone con sindrome di Down. 

La recente emergenza sanitaria ha imposto un lungo stop all’Aipd e ha richiesto spese impreviste per la riorganizzazione e l’adeguamento alle misure previste per la prevenzione del contagio. Il contributo è stato prevalentemente orientato alla riapertura del Circolo Arcobaleno in via Curtatone e al conseguente ritorno verso la normalità.

Il primo cambiamento rispetto al passato è stato attuato nello svolgimento delle stesse attività che precedentemente venivano proposte in contemporanea per tutti i ragazzi dell’associazione ma che ora sono rivolte a gruppi ristretti di tre persone con un operatore. 

Questa novità ha reso necessario incrementare l’orario di apertura del Circolo Arcobaleno dalla mattina alla sera; strutturare un maggior impiego del personale; rinunciare all’importante apporto dei volontari e aumentare la quantità dei materiali utilizzati nello svolgimento delle iniziative quotidiane. 

Tra le prime attività strutturate dal momento della ripresa sono già rientrati, ad esempio, un percorso di formazione rivolto ai ragazzi con sindrome di Down per spiegare le accortezze e i comportamenti da tenere in questo periodo per tutelare la salute propria e degli altri, oltre ad un corso di giardinaggio e a numerose gite all’aria aperta.

Il contributo della Fondazione Graziella - Angelo Gori Onlus, infine, è stato destinato all’acquisto di mascherine, gel igienizzanti e prodotti per la sanificazione, dando seguito ad una sinergia avviata nel 2019 con il sostegno al progetto “L’ABC nel mondo digitale” che aveva accompagnato otto ragazzi di diverse età alla scoperta di informatica, internet e social network. 

"I nostri ragazzi - spiega Maruska Stopponi, coordinatrice delle attività dell’Aipd - hanno evidenziato più volte negli ultimi mesi il bisogno di uscire, di incontrare gli amici, di svolgere attività e, in generale, di ritrovare la loro quotidianità. L’associazione, dunque, ha messo in piedi ogni sforzo organizzativo per rispondere a queste esigenze e per tornare a fare del Circolo Arcobaleno un punto di riferimento per tante famiglie aretine".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno