Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità mercoledì 31 maggio 2017 ore 17:42

"Un atto di indirizzo sulla legittima difesa"

È quanto propone il gruppo consiliare della Lega Nord con un atto di indirizzo che sarà messo all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio Comunale



AREZZO — Un fondo per sostenere i cittadini accusati di eccesso di legittima difesa

La proposta in un atto di indirizzo del gruppo consiliare della Lega Nord

L’istituzione anche nel Comune di Arezzo di un fondo per offrire patrocinio legale alle vittime della criminalità accusate di eccesso di legittima difesa. È quanto propone il gruppo consiliare della Lega Nord con un atto di indirizzo che sarà messo all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.

“Le cronache – dichiara il capogruppo consiliare Tiziana Casi – riportano notizie di cittadini e proprietari di attività commerciali che per aver reagito a tutela della propria persona, della famiglia o dei beni sono costrette a subire annose vicende giudiziarie con l’imputazione di eccesso colposo di legittima difesa. Si tratta di un fenomeno che deve porre al centro dell’attenzione delle forze politiche il tema della squilibrio tra gli autori dei reati, che a volte usufruiscono perfino di benefici di legge, e le vittime dei reati stessi. In questi ultimi giorni il Governo ha presentato una prima proposta normativa finalizzata a rivedere la vigente legislazione in merito alla legittima difesa. È presumibile attendersi che la sua approvazione non potrà avvenire prima di un certo periodo di tempo, anche in ragione delle numerose modifiche che potrebbero essere apportate al testo originario per superare le criticità evidenziate da più parti. Vogliamo perciò impegnare il sindaco e la giunta a istituire, fino all’approvazione definitiva del provvedimento sopra citato, un apposito fondo nel bilancio del Comune che serva a sostenere le spese legali in cui incorrono vittime della criminalità accusate di eccesso colposo di legittima difesa o di omicidio colposo”.

“L’ammissione al patrocinio legale a spese del Comune – così conclude l’atto di indirizzo – dovrebbe essere valida per ogni grado di giudizio e per tutte le eventuali procedure, derivate e incidentali, nel limite del 50% delle spese”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno