Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:AREZZO20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il problema non è Netanyahu

Attualità giovedì 29 dicembre 2016 ore 09:30

Una cena rimasta indigesta

Foto da Facebook

Le foto postate su Facebook della festa natalizia organizzata dagli Sbandieratori nella sede di Banca Etruria hanno provocato numerose reazioni



AREZZO — Qualcuno la definirebbe la "cena delle beffe" vista la location scelta.

In realtà si tratta della cena natalizia organizzata dal Gruppo Sbandieratori di Arezzo, che si è tenuta nella sede di corso Italia di Banca Etruria. 

Le foto della cena sono state postate su Facebook da alcuni partecipanti, scatenando l'ira e il disappunto di tanti aretini. 

Ecco alcuni commenti: "Una cena da evitare totalmente, essere presenti è semplicemente VERGOGNOSO. Banca Etruria, andava boicottata, per il semplice RISPETTO di quanti Aretini siano stati truffati"; un altro: "Penso proprio che il gruppo sbandieratori simbolo e orgoglio cittadino potevano evitare un gesto che sinceramente non approvo e che manca totalmente di rispetto a chi ha perso tutto. Veramente una caduta di stile PECCATO"; o ancora, "E' di cattivo gusto considerando che per tanti aretini e' il simbolo di tanto dolore".

Tra i commenti al post c'è anche chi, invece, butta acqua sul fuoco sottolineando che "Non è colpa degli sbandieratori se gli aretini sono stati truffati...ma piuttosto di un governo di inetti che salva MPS con i soldi nostri e sceglie di affossare banche come la BPE truffando i risparmiatori". 

Secondo l'assessore Gamurrini, la cena rappresenta un tentativo della nuova dirigenza della banca di riallacciare legami con il territorio.

Simona Buracci
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno