Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:48 METEO:AREZZO19°33°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del pestaggio di 4 giovani della «Rete degli studenti medi» dopo la manifestazione del Pd
Il video del pestaggio di 4 giovani della «Rete degli studenti medi» dopo la manifestazione del Pd

Attualità giovedì 10 marzo 2022 ore 10:10

Due anni fa Arezzo deserta per il lockdown

Le immagini della città chiusa sono indelebili. Ghinelli "impossibile dimenticare". Adesso territorio mobilitato per l'emergenza della guerra



AREZZO — Arezzo e l'intero territorio sono alle prese con un'altra emergenza. La guerra in Ucraina che ha aperto uno squarcio di orrore in tutta Europa. Dal nostro territorio la mobilitazione è totale, per fornire aiuti ma anche per accogliere chi fugge dalle bombe. 

Ma questi sono anche giorni che riportano inevitabilmente la memoria a due anni fa. Proprio con l'inizio di marzo del 2020 il Covid ha fatto irruzione nelle nostre esistenze. In quei giorni siamo stati travolti dal lockdown. Non si poteva uscire di casa, un nemico invisibile stava contagiando migliaia di persone e iniziava a mietere vittime.

E' stato un periodo molto difficile, quasi surreale. Lo testimoniano le immagini che ripubblichiamo con la città completamente deserta. Eventi, manifestazioni annullate. Scuole chiuse e in Dad. Lo smart working come quotidianità. Saracinesche abbassate. Crisi sanitaria, sociale ed economica.

Ancora ci lecchiamo le ferite. Ogni volta che pensiamo di poter tirare un sospiro di sollievo il virus rialza la testa. Ma la resilienza ha prevalso. 

"Impossibile dimenticare. Credo che ognuno, a modo suo, porti dentro un segno indimenticabile di un'esperienza e sensazioni forse mai provate prima. - ha scritto il sindaco Ghinelli in un lungo post social - Ma abbiamo reagito con tenacia e con fatica e abbiamo imparato a convivere con una nuova malattia che fortunatamente la scienza è riuscita a contenere anche se non a sconfiggere del tutto. Oggi il Covid rappresenta ancora un’insidia e ancora condiziona, seppur in misura diversa, molti settori. Ci avviciniamo al 31 marzo, la data che dovrebbe porre fine all’emergenza sanitaria, speriamo che sia la definitiva luce in fondo al tunnel, almeno per quanto riguarda il Covid".

Si, almeno per quanto riguarda il Covid. Perché la guerra continua a creare dolore e disperazione. Sabato il Comune aderisce alla manifestazione di solidarietà per l'Ucraina di Eurocities. Ghinelli sarà in piazza della Libertà, davanti al Municipio, per dire no al conflitto. Lo stesso avverrà a Firenze e nelle altre capitali e città europee.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno