Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:05 METEO:AREZZO17°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità mercoledì 09 marzo 2022 ore 20:55

Ucraina, nell'Aretino task force per l'accoglienza

Dalla Prefettura linee guida condivise con Comuni, Asl, ufficio scolastico e associazioni. Tre mamme con bimbi piccoli accolte a Pieve Santo Stefano



AREZZO E PROVINCIA — Prefettura mobilitata a pieno ritmo nell'accoglienza dei profughi dall'Ucraina. Negli ultimi giorni ha promosso una serie di confronti con forze di polizia, Asl Toscana sud est, ufficio scolastico territoriale, sindaci e rete dell'associazionismo per individuare percorsi condivisi sulle modalità di gestione dell’accoglienza.

"Obiettivo degli incontri presieduti dal prefetto, Maddalena De Luca, è garantire una circolarità informativa coordinata e capillare che consenta di censire puntualmente i cittadini ucraini arrivati in provincia, affinché possano essere individuate soluzioni alloggiative idonee ed attivati percorsi sanitari e di accesso a prestazioni e servizi pubblici" spiegano direttamente dal palazzo del Governo.

“A tale riguardo - precisa il prefetto - è necessario che i nominativi dei cittadini ucraini presenti ed in arrivo sul territorio provinciale ed ospitati presso amici o parenti, siano comunicati alla prefettura, alla forza di polizia territorialmente competente, ai sindaci dei Comuni in cui si trovano, all'Asl e all’ufficio scolastico provinciale nel caso di presenza di minori in età scolare".

Intanto, il sindaco di Pieve Santo Stefano ha fatto sapere dalla pagina Facebook del Municipio che nel suo paese hanno trovato rifugio tre giovani mamme con tre bimbi. Sono ospitate da parenti e conoscenti.

"Come sempre le istituzioni, le molteplici associazioni ed i privati cittadini del territorio aretino stanno dimostrando una grande solidarietà e disponibilità. Oggi più che mai è necessario fare rete affinché il sistema di accoglienza, che in questo momento di grave crisi internazionale si sta sviluppando su tre direttrici - accoglienza migranti in generale, accoglienza profughi afghani, accoglienza profughi ucraini - sia in grado di offrire soluzioni immediate ed adeguate” termina il prefetto De Luca.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno