Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:AREZZO11°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Elezioni 2020 giovedì 10 settembre 2020 ore 10:44

​Ex Scalo Merci, Ghinelli ridisegna l'area

Il candidato sindaco del centrodestra spiega il progetto di riqualificazione urbanistica e culturale dell'area



AREZZO — Una Public Library per conservare il sapere. E' l'obiettivo e la visione della proposta presentata dal candidato sindaco del centrodestra Alessandro Ghinelli che vuole dotare Arezzo di una infrastruttura in grado di qualificarla e proiettarla in una dimensione europea secondo il concetto del “terzo luogo”, ovvero di un luogo dedicato al tempo libero, creativo e diffuso. Un’opera che assume non soltanto un valore sociale avanzato, ma che al contempo riqualifica e identifica un'intera area della città, quella dell'ex scalo merci. La mia idea, sapientemente tradotta con entusiasmo da amici architetti, che nel rispetto della propria deontologia professionale desiderano rimanere nell'anonimato, é quella di una “public library”. 

Una biblioteca pubblica che si propone secondo il concetto anglosassone di questa struttura, ovvero quale centro non soltanto di cultura ma anche di intrattenimento, socialità e relax”.

Ghinelli la definisce “una scelta urbanistica forte, ma vincente: la public library si vuole infatti proporre come centro attrattore per i viaggiatori provenienti anche dalle vallate e rappresenta un passo fondamentale verso la connotazione di Arezzo come città sostenibile”.

Il progetto di riqualificazione urbanistica e valorizzazione culturale caratterizzerà il programma di opere pubbliche che Ghinelli ha in mente. Prevede la realizzazione di due importanti porte della città all'interno del tessuto urbano ferroviario, la nuova biblioteca e l’ampliamento e recupero dell'ex scalo merci e del dopolavoro ferroviario destinati al mondo della moda, concepiti come spazi multifunzionali. Tra gli obiettivi, c'è la creazione di una strategia urbana che incrementi nuovi posti di lavoro attraverso strutture e attività incentrate sul wellness, divertimento e benessere psicofisico, la mitigazione della viabilità-mobilità e l'ottimizzazione dei parcheggi, la realizzazione di un parking green multipiano e il parcheggio kiss and ride per la stazione, la promozione di uno stile di vita sostenibile che riduca l'impatto ambientale dei consumi quotidiani.

Nuova vita e una nuova destinazione anche per l'attuale biblioteca di via dei Pileati che diverrà sede della pinacoteca comunale destinata a ospitare la preziosa collezione di arte contemporanea ora “nascosta” nei magazzini: 165 opere di grafica, 26 disegni, 26 sculture e 105 opere di pittura che finalmente troveranno la meritata valorizzazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno