Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO10°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità lunedì 26 ottobre 2020 ore 19:15

Ghinelli: “Non ci si può permettere di peggiorare"

Il sindaco preoccupato per l’escalation di casi in città. Monito a chi non indossa la mascherina, dieci aretini multati. Critiche al decreto Conte



AREZZO — La speranza è che i sacrifici invertano la marcia dei contagi. Marcia inesorabile, come il “bollettino” di oggi certifica: 83 nuovi casi in città, 149 a livello provinciale. 

Numeri mai registrati da quando il Covid ha ricominciato a correre: “Il numero più alto raggiunto in città è stato giovedì scorso con 72 casi, oggi siamo oltre”, dice il sindaco Alessandro Ghinelli preoccupato per un trend senza cambio di rotta. “Finora Arezzo era riuscita a mantenere bene il livello di sicurezza e oggi si vede colpita da numeri importanti”. 

Commentando il decreto Conte sulla nuova stretta alle attività commerciali, sportive, culturali, Ghinelli manifesta disaccordo su alcuni punti, perché “si è usato non il bisturi, bensì l’accetta. Tutto il territorio nazionale è stato trattato allo stesso modo; sappiamo che la Campania ha un aumento consistente dei contagi ma non dovrebbe essere trattata come le altre regioni che magari stanno un po' meglio e forse potrebbero avere una vita diversa. Certo, la Toscana non è messa benissimo, tuttavia si è fatto di ogni erba un fascio e su questo non sono d’accordo".

Il ridimensionamento della socialità e di alcune tipologie di servizi legati alle relazioni interpersonali deciso da Roma è in un certo senso la conseguenza o l’effetto di ciò che d’estate in molti si sono dimenticati di ricordare: le regole. Su questo Ghinelli apre un capitolo del ragionamento senza risparmiare moniti a chi ancora, sta prendendo sotto gamba la situazione. 

“Il periodo estivo ci ha visto un po' troppo senza mascherina, un po' troppo tutti insieme. L’ho detto e ridetto, ho fatto in più occasioni raccomandazioni che in molti casi sono state correttamente seguite, ma evidentemente non è bastato perché i nostri contagi crescono a decine ogni giorno”, avverte. Il riferimento corre anche ai ragazzi che all’uscita delle scuole si abbassano la mascherina “perché indossarla viene considerato come motivo di vergogna, non si capisce il motivo”, incalza il sindaco stigmatizzando l’atteggiamento di quei giovani “che prendono in giro i coetanei che indossano correttamente la mascherina”. Poi ripete il concetto: “Mascherina, lavaggio frequente delle mani e distanza di oltre un metro sono i tre elementi che consentono una riduzione del contagio di oltre il 95 per cento. La città non può farsi mettere in scacco da chi non intende portare la mascherina”

Il capitolo tracciamento dei contagi: il sindaco annuncia la collaborazione con la Asl nel supporto all’attività di monitoraggio dei positivi “con una divisione dei compiti da parte nostra un’azione di supporto all’Azienda”. Altro punto su cui insiste, come già anticipato nei giorni scorsi, è la possibilità di fare test rapidi nelle farmacie, anche qui, con un impegno da parte del Comune. 

La questione controlli: la Polizia municipale è in prima linea nel far rispettare le regole ma ci sono aretini, ammonisce il primo cittadino, che continuano a viaggiare senza mascherina se è vero come è vero che il conto delle multe sale a dieci. Il tono della voce alza i decibel quando Ghinelli dà conto della denuncia di un aretino “beccato” fuori di casa nonostante fosse risultato positivo al Covid e per questo posto in quarantena domiciliare. “Roba da pazzi, ragazzi c’è il penale perché è reato di procurata infezione!” esclama. 

Il sindaco chiude la “finestra” social con gli aretini” pronunciando una frase che dà il senso di ciò che la città vive e di ciò che va evitato a tutti i costi: “Non possiamo permetterci di peggiorare ulteriormente la situazione”. 

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno