Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:AREZZO20°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità venerdì 10 febbraio 2017 ore 19:22

La formazione degli apprendisti

Il progetto di Arezzo Sviluppo, azienda speciale della Camera di Commercio, ha vinto il concorso indetto dalla Regione Toscana



AREZZO — All'interno del Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo (POR FSE 2014-2020) la Regione Toscana ha attivato un apposito concorso per la selezione di un catalogo regionale per la formazione dell'apprendistato.

Per le due aree nelle quali è stata suddivisa la provincia di Arezzo è risultato vincitore il progetto ““@pprendo. Percorsi per apprendisti 3.0“”, un raggruppamento di agenzie formative guidate da Arezzo Sviluppo, azienda speciale della Camera di Commercio di Arezzo.

“Il riconoscimento da parte della Regione Toscana alla validità del progetto formativo realizzato - sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Arezzo Andrea Sereni - è particolarmente importante sia perché equivale ad un vero e proprio giudizio di merito nei confronto della nostra Azienda di formazione, capofila del progetto, e sopratutto perché sostiene un percorso in grado di dare un segnale concreto alle richieste di occupazioni provenienti da nostri giovani. Ricordo che, nella nostra provincia, il tasso di disoccupazione giovanile, dato Istat 2015, tra i 15 ed i 24 anni è del 42,6%. Per contrastare questa situazione sono necessarie misure concrete ed il potenziamento qualitativo e dimensionale dell'apprendistato va in questa direzione. Le potenzialità del contratto di apprendistato sono notevoli anche se nel passato, proprio la complessità burocratica legata agli obblighi di formazione pubblica, ha scoraggiato le imprese di piccole dimensioni ad utilizzarlo, preferendogli altre tipologie di contratti di lavoro ad iniziare da quello a tempo determinato, che non è in grado di dare al lavoratore garanzie di stabilità del posto. L'offerta formativa pubblica prevista per l'apprendistato viene ad essere sarà offerta da un pool di agenzie di elevata professionalità, in grado di supportare validamente le imprese e sopratutto in grado di soddisfare le esigenze di crescita professionale dei lavoratori”

“Il raggruppamento che ha presentato il progetto - spiega il presidente dell'azienda speciale Ferrer Vannetti - è composto dalle agenzie formative dell'Associazione Commercianti, di Confesercenti, dell'Associazione Industriali, di Confapi, di Confartigianato, di CNA, di CGIL, CISL e UIL tutte coordinate, come detto, da “Arezzo Sviluppo”, anch'essa agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana e certificata con il sistema qualità UNI EN ISO 9001/2008 . 

Il progetto è suddiviso in due distinte aree (Arezzo – Valdichiana e Casentino – Valdarno – Valtiberina) e interesserà tutti gli apprendisti assunti dal 15 Luglio 2015 che dovranno essere, prima orientati e poi seguire un corso di formazione di durata variabile a seconda del titolo di studio posseduto: 40 ore per i laureati, 80 ore per diplomati o in possesso di qualifica professionale, 120 ore negli altri casi.

I corsi formativi prevedono numerose materie di insegnamento: sicurezza sui luoghi di lavoro, contrattualistica, lingua inglese, comunicazione, selfiemployment, nozioni di informatica tutte affidate a docenti di comprovata esperienza. La fase di formazione in aula verrà preceduta da incontri di orientamento, appositamente studiati per mettere in grado l'apprendista di scegliere tra le varie tipologie di proposte previste dal Progetto formativo, che ha una dotazione finanziaria di oltre 1,9 milioni di Euro per il triennio 2017 – 2019.

“ Ad oggi i lavoratori che risultano assunti con contratto di apprendistato sulla base dei dati forniti dal Centro per l'Impiego e che dovranno seguire il percorso formativo sono oltre 940 nell'area Arezzo-Valdichiana e circa 800 nell'Area Casentino-Valdarno-Valtiberina. - commenta il segretario generale dell'Ente Giuseppe Salvini - Si tratta di un numero significativo di apprendisti che vanno ad aggiungersi agli altri 2.000 già formati dallo stesso raggruppamento con un precedente bando. Per quanto riguarda le altre attività di formazione di Arezzo Sviluppo, molte sono le nuove proposte programmate, studiate sia per rispondere alle sollecitazioni derivanti dalla legge di riforma del sistema camerale che per venire incontro alle richieste provenienti dalle imprese e dagli enti locali. Abbiamo previsto infatti, oltre agli ormai abituali corsi istituzionali, percorsi formativi di accompagnamento ai mercati internazionali, attività di formazione per amministratori di condominio, per agenti di affari in mediazione nel ramo immobiliare e merceologico e per agenzie per le pratiche automobilistiche, Proseguirà inoltre la formazione rivolta alla creazione di start-up e quella per l'implementazione dei percorsi di 'alternanza scuola – lavoro”, due tipologie di attività strategiche per lo sviluppo del sistema economico locale.”

Diversamente dal passato il contratto ha l'obiettivo di formare i giovani, non per la singola attività lavorativa ma per affrontare in maniera più strutturata il mondo del lavoro. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno