Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:AREZZO15°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Letizia Moratti balla e canta con Ivana Spagna sulle note di «The Best»

Cronaca martedì 01 marzo 2022 ore 13:25

A 18 anni sequestrata, drogata e violentata

La giovane è stata trovata a terra in strada. Un uomo si sarebbe offerto di accompagnarla dall'Aretino a Firenze, poi l'incubo. Tre fermati



PERUGIA — Fermati dalla polizia di Perugia tre albanesi accusati, a vario titolo, e in concorso tra loro, di sequestro di persona e violenza sessuale di gruppo aggravata ai danni di una ragazza di 18 anni, originaria della Costa d'Avorio, ma residente in un comune della provincia di Arezzo.

La giovane era stata trovata dai poliziotti, in Strada del Pantano nel capoluogo umbro, riversa a terra e in lacrime, con a fianco, appoggiato a terra, un coltello da cucina. Subito soccorsa era stata portata in ospedale e ricoverata in ginecologia e ostetricia.

Secondo quanto appurato dagli inquirenti, un cittadino albanese, che la giovane donna aveva conosciuto qualche tempo prima, si sarebbe offerto di accompagnarla dal comune aretino dove risiede fino a Firenze. E l'avrebbe condotta in un'abitazione in Zona del Pantano, frazione di Perugia, dove ci sarebbero stati altri due connazionali dell'uomo. Qui la donna, privata della sua libertà, sarebbe stata costretta a bere alcol e assumere cocaina.
La ragazza sarebbe poi stata portata nella camera da letto e sarebbe stata violentata, a turno, da due degli aguzzini.

La giovane, però, sarebbe riuscita a impossessarsi di un coltello di piccole dimensioni, tentando la fuga, ma sarebbe stata disarmata e riportata dentro casa da uno degli aggressori. Sarebbe riuscita a scappare solamente più tardi, approfittando di un momento di distrazione dei tre. Avrebbe quindi chiesto l'aiuto delle forze dell'ordine, mentre gli uomini scappati in auto.

In sede di convalida del fermo, il Gip del tribunale di Perugia, ritenendo sussistenti i gravi indizi, ha applicato la misura degli arresti domiciliari per due degli indagati e l'obbligo di dimora, con divieto di uscita notturna, e di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti del terzo.



Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno