Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:AREZZO15°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Letizia Moratti balla e canta con Ivana Spagna sulle note di «The Best»

Attualità venerdì 02 aprile 2021 ore 08:20

​Scapecchi solidale con l'ACF Arezzo e le atlete

“Pieno sostegno all’ACF e alle giocatrici Paganini e Teci. Inaccettabile che nel 2021 due atlete siano costrette a scegliere tra lavoro e sport”



AREZZO — L'assessore allo sport Federico Scapecchi ha commentato la vicenda che vede coinvolte due atlete dell'Arezzo Calcio Femminile, non convocate per gli ultimi impegni di campionato ed escluse anche dagli allenamenti, ma non per scelta tecnica o disciplinare della società del presidente Massimo Anselmi: “Quando sono venuto a conoscenza di quanto accaduto alle calciatrici Carolina Paganini e Laura Teci, in forza all’Arezzo calcio femminile, sono rimasto esterrefatto”, sono le prime parole della dichiarazione di Scapecchi.

O il calcio o il lavoro: nel 2021 due atlete sono messe di fronte a questa scelta – prosegue l'assessore allo sport del Comune di Arezzo - comprendo benissimo la preoccupazione di un imprenditore rispetto ai danni a cui la propria azienda può andare incontro se si sviluppa un focolaio al suo interno, ma difendo anche il sacrosanto diritto dei lavoratori e delle lavoratrici a impiegare come meglio credono il proprio tempo libero. Tra l’altro, nella fattispecie, l’Arezzo Calcio Femminile sottopone settimanalmente a tampone, a proprie spese, tutte le calciatrici. Quanti fanno lo stesso con i propri dipendenti?”

Ho espresso la mia solidarietà al presidente dell’Arezzo calcio femminile, Massimo Anselmi, anch’egli imprenditore, che ha investito e continua a investire nella squadra e che da questa situazione sta subendo un danno – spiega ancora Scapecchi nel suo intervento - ho potuto constatare con i miei occhi il rigoroso rispetto delle regole che vige all’interno del centro sportivo dell’ACF, di conseguenza questa situazione suona come una vera e propria beffa”.

Mi auguro che i prossimi giorni registrino un’evoluzione in senso positivo e che la squadra amaranto, terza in classifica e in lotta per la promozione in serie B, possa di nuovo contare sull’apporto delle due bravissime atlete nei confronti delle quali confermo la mia solidarietà – conclude l'assessore - diversamente, sono pronto a sostenere l’ACF e le calciatrici nelle eventuali azioni di tutela che vorranno intraprendere”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno