Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:AREZZO20°34°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità lunedì 03 aprile 2023 ore 14:44

OroArezzo scalda i motori dei gioielli più belli

Attese conferme e importanti new entries tra gli espositori per l’edizione che evolve il format centrandolo sui distretti di Arezzo, Vicenza, Valenza



AREZZO — Le idee del gioiello prendono forma a Oroarezzo, la manifestazione dedicata alla migliore manifattura orafa, argentiera e gioielliera italiana per la progettazione e lo sviluppo di creazioni uniche e private label, segmento indicato in forte crescita nel comparto del lusso e della moda. Dal 13 al 16 maggio nei padiglioni di Arezzo Fiere e Congressi il mercato, i grandi brand, i grossisti e i retailer internazionali incontrano design e innovazione, attenzione alla sostenibilità, artigianalità della produzione Made in Italy.

Un’offerta rinnovata, grazie all’evoluzione impressa alla 42° edizione del format aretino da Italian Exhibition Group che, assieme ad Arezzo Fiere e Congressi, Camera di Commercio Arezzo-Siena, Comune di Arezzo, Provincia di Arezzo e Regione Toscana sottolinea e rilancia la centralità della manifattura italiana. La riorganizzazione del layout espositivo aiuterà lanavigazione tra le diverse merceologie (oreficeria, argenteria, gioielleria, tech, cash & carry) con l’obiettivo di potenziare il business matching e valorizzare l’esperienza di visita del buyer in chiave di maggior efficacia ed efficienza.

Il progetto ha convinto nuove aziende a partecipare ed è apprezzato anche dai buyer internazionali che stanno confermando la propria partecipazione e si stanno iscrivendo alla piattaforma digitale The Jewellery Golden Cloud:consentirà di prendere contatto con gli espositori e organizzare l’agenda delle giornate in fiera.

L’ECCELLENZA MANIFATTURIERA DI AREZZO, VICENZA, VALENZA

Tra le eccellenze manifatturiere presenti a Oroarezzo, player aretini del calibro di Unoaerre, Graziella & Braccialini, Gold Art, Giordini srl, Quadrifoglio, Omega Art, A.M.P., Croma Catene, aziende del distretto di Vicenza quali Chrysos e Karizia. Ma anche Four Line Group, con il tocco artigiano che è cifra distintiva e irrinunciabile del Made in Italy e caratterizza le sue produzioni con diamanti e pietre semi preziose.

Tra le new entries confermate ad oggi, a rappresentare l’abilità manifatturiera del distretto orafo di Valenzaun player storico come Moraglione, F.A. Gioielli, azienda fornitrice di grandi marchi esteri, Giloro, che crea collezioni dal design moderno e sofisticato per altri brand e catene di negozi, e Stefano&C., con disegno e prototipazione del gioiello.

IN MOSTRA LA MANIFATTURA SOSTENIBILE

La piattaforma aretina per la manifattura di qualità si concentra anche su soluzioni capaci di abilitare l’impegno per una produzione sostenibile e attenta alla certificazione etica della catena di fornitura. Tra i migliori esempi: la vicentina D’orica, certificata B-Corp a livello internazionale per le proprie performance ambientali e sociali con anche investimenti in macchinari per il riciclo dell’acqua utilizzata durante la lavorazione dell’oro; la valenzana Moraglione, membro da inizio anno del RJC – Responsible Jewelry Coucil, l'organizzazione leader mondiale nella definizione degli standard di sostenibilità per l'industria della gioielleria; o ancora Ronco, certificata ISO 9001 per i Sistemi di Gestione per la Qualità, con il risparmio energetico nei processi produttivi derivante dagli impianti fotovoltaici installati nella sede di Vicenza.

MANIFATTURA ORAFA E GIOIELLI PRIVATE LABEL IN CRESCITA NEL LUSSO E NEL FASHION

Oroarezzo si caratterizza così come manifestazione internazionale d’eccellenza per la manifattura, segmento che rappresenta circa l’80 per cento della produzione mondiale orafo-gioielliera come indicato dal report The State of Fashion. Watches & Jewellery di The Business of Fashion e McKinsey & Company (2021). I distretti aretino, vicentino e valenzano saranno perciò i protagonisti, durante la manifestazione di IEG, di un segmento che cresce velocemente nel mondo del lusso: secondo i dati 2023 dell’International Association of Department Stores (Iads), l’incidenza media delle private label sul fatturato totale dei suoi membri è passata dal 9% del 2019 al 16% del 2022. I consumatori sono sempre più propensi a scegliere questo tipo di prodotti e le grandi maison si stanno adeguando: secondo le previsioni del report Watches & Jewellery di McKinsey tra il 2019 e il 2025 sarà dell’8-12% il tasso di crescita annua per i preziosi venduti con i marchi delle case di moda. Le quali, per la produzione, guardano proprio all’Italia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno