Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:41 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Politica mercoledì 23 settembre 2020 ore 15:52

Ballottaggio, ​Tanti carica il centrodestra

La “pretoriana” di Ghinelli spiega cosa non ha funzionato al primo turno, qual è il valore aggiunto del sindaco e come convincere gli indecisi



AREZZO — Usa spesso una battuta con cui si definisce una “pretoriana” di Alessandro Ghinelli. L’ironia serve a non autocelebrarsi e a stemperare il clima politico che oggi apre una nuova finestra su Arezzo. Ma come sempre, un fondo di verità c’è anche quando si scherza e il punto è che Lucia Tanti è la “prima pretoriana” di Ghinelli da diverse angolature: è stata l’unica assessore “ghinelliana” in giunta, è capolista di Ora Ghinelli 20 25 che ha sfiorato il 14 per cento dei voti (13,13 per cento con oltre seimila preferenze) e si incolla di uno 0,8 alla Lega, primo partito della coalizione con il 13,92 per cento. E per finire: è tra i candidati più votati con ben 348 preferenze.

A ben guardare, la lista di Ghinelli non è solo e non più una lista. E’ altro, e se questo voto doveva servire a qualcosa di diverso che non fosse la vittoria al primo turno del sindaco uscente, ha centrato l’obiettivo. Misurarsi nell’urna, coi voti alla mano, è necessario se si vuole strutturare un progetto politico. E nell’orizzonte di Ora Ghinelli 20 25 c’è l’evoluzione in nuova classe dirigente del centrodestra aretino, oltre e al di là dei partiti. 

Lo dicono alcuni dati: l’incollatura alla performance della Lega, il sorpasso della lista di Fratelli d’Italia che ha più che raddoppiato i voti rispetto al 2015, il doppiaggio di Forza Italia (scesa al 6,13 per cento rispetto a cinque anni fa) e il fatto che il valore aggiunto di Ghinelli (3,11 per cento con 1540 voti) sommato ai voti della sua lista porta “il partito” del sindaco al 16,5 per cento. Significa la “consacrazione” della leadership politica di Ghinelli nel centrodestra. Che tradotto vuol dire: dialogo con i partiti ma alla fine è il progetto di città del sindaco che conta e pesa sulle scelte future, se il ballottaggio lo confermerà a Palazzo Cavallo.

Non a caso, Lucia Tanti commentando il voto si sofferma sul passo da gigante della lista Ora Ghinelli per dire che “è più di una lista, è l’orgoglio, l’impegno di questi cinque anni di governo. E’ la compagine delle persone più vicine all’esperienza politica e culturale di Ghinelli”. Come “capitalizzare” politicamente il tesoretto? 

Tanti va dritta al punto: “Da qui parte l’idea di un centrodestra plurale che vede negli amministratori e nel loro buongoverno una nuova classe dirigente che interagisce coi partiti, ma che esprime una forte competenza amministrativa. Di fronte a questi numeri, si afferma il centrodestra degli enti locali, del governo dei territori”. E se cinque anni fa Ora Ghinelli 2020 ha basato gran parte del suo appeal sulla personalità del sindaco e sulla novità nel campo delle liste civiche, adesso il successo elettorale si traduce “ nella conferma della capacità amministrativa, la bontà di un’esperienza. Gli oltre settemila voti incassati da Ghinelli e Ora Ghinelli 2025 non sono più una prova superata, bensì una conferma”.

Eppure c’è qualcosa che non ha funzionato come avrebbe dovuto, qualcosa che ha impedito a Ghinelli di chiudere la partita al primo turno. Tanti motiva così: “Il primo turno di ogni elezione è sempre caratterizzato dalla frammentazione di candidati e liste che produce una dispersione – legittima – del voto e rende quasi sempre impossibile conquistare la vittoria. Il caso più emblematico è quello di Giovanni Galli che a Firenze, città dove la sinistra è molto forte, riuscì a portare al ballottaggio Matteo Renzi che era già Renzi”. 

C’è poi la variabile Donati che ha saputo intercettare nell’elettorato aretino “sentimenti non riconducibili alla sinistra. Donati ha messo in campo alcuni temi su innovazioni, lavoro, giovani e sanità molto simili alle nostre proposte. Da un lato la presenza nell’agone politico di Donati e dall’altro di Fabio Butali, seppure con le dovute proporzioni, hanno in qualche modo drenato consensi che potevano convergere subito su Ghinelli”.

Si riparte nella cavalcata verso il ballottaggio. Ma come? Marco Donati ha già messo le mani avanti: pronto al confronto ma sui miei programmi. “Donati ha avuto coraggio ed è stato premiato, ha giocato da solo la partita ed è tornato ad essere protagonista. Chapeau. Certo è che adesso occorre che anche Donati non si fermi solo al suo programma e capisca cosa c’è dentro i programmi di Ghinelli e Ralli” è la sottolineatura di Lucia Tanti che poi usa una domanda retorica per mandare un messaggio indiretto al leader di Scelgo Arezzo. Della serie: se Donati giusto pochi mesi fa ha rotto col Pd al punto da correre da solo per il Comune, su cosa e perché oggi dovrebbe trovarsi d’accordo? Sarebbe incoerente con le sue scelte.

Il lavoro delle prossime ore è sugli elettori aretini, in particolare su coloro che non hanno scelto né Ghinelli né Ralli. Anche qui la domanda retorica è la migliore risposta: se non hanno scelto Ralli al primo turno, coerentemente non dovrebbero farlo al secondo. Le 348 preferenze che gli aretini le hanno consegnato, fanno di Lucia Tanti l’esponente del centrodestra più “preferito”. Un primato che “si è concentrato su di me ma per premiare l’amministrazione Ghinelli. Qualche merito l’ho maturato in tanti anni di esperienza ma è un voto a me in quanto rappresentante della giunta nella sua totalità”. Se il ballottaggio “incoronerà” il sindaco uscente, lei è già pronta al suo posto: alla destra di Alessandro Ghinelli. 

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno