Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Cronaca venerdì 23 dicembre 2022 ore 10:32

​Gara Ato, assolte Sei Toscana e Siena Ambiente

Assolti tutti gli imputati a processo sulla concessione per la gestione dei rifiuti accusati di corruzione e turbativa d’asta "il fatto non sussiste"



FIRENZE — Sono stati assolti con formula piena perché "il fatto non sussiste” tutti gli imputati coinvolti nel processo sulla concessione per la gestione dei rifiuti nell’Ato Toscana Sud con le accuse di corruzione e turbativa d’asta.

La sentenza del Tribunale di Firenze è stata pronunciata oggi dal presidente del collegio davanti agli avvocati delle Società Sei Toscana e Siena Ambiente. 

In base alla sentenza, decadono le accuse nei confronti degli ex amministratori delle due società, Marco Buzzichelli e Eros Organni, relative ai presunti reati di corruzione e turbativa d’asta. A decadere con formula piena è anche l’accusa per responsabilità amministrativa ai sensi del decreto legislativo 231 nei confronti di Sei Toscana e Siena Ambiente di cui le Società erano state imputate come conseguenza delle accuse mosse nei confronti degli allora amministratori delegati. 

Per Siena Ambiente e Sei Toscana cade totalmente anche la richiesta danni avanzata contro le stesse da Ato Toscana Sud, che aveva citato le società quali responsabili civili nel processo penale. 

In una nota le società “Sei Toscana e Siena Ambiente esprimono la propria soddisfazione nell’apprendere l’esito del processo. Finalmente è stato messo in luce il corretto agire dei soggetti coinvolti, in quella che è stata la prima gara pubblica per l’affidamento ad un unico gestore nell’Ambito Territoriale Ottimale più vasto in Italia. Un’attività che è stata negli anni offuscata da accuse che inevitabilmente hanno inciso sull’immagine delle società e che oggi, dopo sei anni, trovano risposta nella sentenza del Tribunale di Firenze. Accogliamo questa notizia come la definitiva conclusione di un lungo e faticoso periodo e l’inizio di una nuova fase all’insegna di un ritrovato e proficuo rapporto di fiducia con il territorio e con i cittadini”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno