Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:49 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Commesso eroe salva la collega dal rapinatore con la pistola puntata

Cronaca lunedì 17 aprile 2023 ore 16:00

Reddito di cittadinanza, scovati 26 furbetti

Controlli a tappeto dei carabinieri aretini, casi scoperti nel giro di tre mesi. Tutti denunciati per truffa aggravata ai danni dello Stato



VALDARNO ARETINO — Le indagini del carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno sono scattate dalla segnalazione su due persone che ricevevano il reddito di cittadinanza indebitamente. Nel primo caso si trattava di una donna che, nonostante avesse il beneficio, lavorava come addetta alle pulizie senza averlo comunicato all'Inps. Nel secondo caso di un uomo che aveva dichiarato falsamente la permanenza e la residenza in Italia nei due anni precedenti alla domanda per il sussidio.

I militari valdarnesi, quindi, hanno esteso le verifiche in sinergia ai colleghi di Cavriglia, a quelli del Nucleo Tutela del Lavoro e al personale specializzato dell'Inps. Nel giro di tre mesi sono state denunciati altri 24 soggetti.

Le irregolarità più diffuse hanno riguardato l'aver presentato domanda all'Inps dichiarando falsamente la residenza in Italia per almeno dieci anni (di cui gli ultimi due senza interruzioni) o anche di convivere con figli minori quando non era vero e infine di aver richiesto il reddito dichiarando, sempre falsamente, di non possedere beni durevoli.

Tutti 26 percettori indebiti del sussidio, residenti nella totalità nel Valdarno aretino, sono stati denunciati per furto aggravato. Gli investigatori hanno accertato che avevano intascato illecitamente oltre 130mila euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno