Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:AREZZO16°21°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Attualità giovedì 03 novembre 2016 ore 16:31

Pendolari chiedono incontro urgente a Ceccarelli

Fa discutere l'ultima proposta delle Ferrovie per risolvere le interferenze fra treni regionali e Alta Velocità



FIGLINE - INCISA — La richiesta di un incontro urgente con l'assessore regionale Ceccarelli per verificare e approfondire la proposta di Ferrovie di nuovi binari alla stazione di Firenze Campo Marte, che dovrebbero ridurre gli "inchini" dei treni dei pendolari del Valdarno all'Alta Velocità per l'uso della linea Direttissima Firenze-Roma. 

E' questa la conclusione a cui è giunto il portavoce del Comitato pendolari Valdarno Direttissima, Maurizio Da Re, durante la serata di ieri, a Figline, con la presentazione del libro "Ci scusiamo del disagio" dopo essere arrivati a discutere della novità del giorno: la proposta di Ferrovie, legata al nuovo progetto della TAV di Firenze, per risolvere le interferenze fra treni regionali e Alta Velocità, sulla Direttissima, in direzione sud. 

"Vogliamo vederci chiaro - ha affermato Da Re - perché i due possibili binari in più a Campo di Marte potrebbero, in parte, risolvere il problema degli 'inchini', evitando le interferenze che ci sono al bivio di Rovezzano, dove i treni dei pendolari fanno un doppio salto di binario, dando però la precedenza al passaggio delle Frecce e Italo. Con i binari in più a Campo di Marte - sottolinea Da Re - si entrerebbe direttamente sul binario dell'Alta Velocità. Visto che FS ipotizza comunque anche con il tunnel che la maggioranza dei treni AV continuerebbe a fare la fermata a SMN, se ne desume che l'intervento a Campo Marte possa essere slegato dal progetto del tunnel Tav e quindi anticipato". 

Ci vorrebbero comunque altre migliorie. "Oltre al binario in più - conclude Da Re - è indispensabile l'aggiunta del nuovo sistema di segnalamento ERMTS e di nuovi treni regionali a 200 km orari, finora dimenticati dalla Regione, così da garantire il futuro dei pendolari del Valdarno".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno