Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:49 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Commesso eroe salva la collega dal rapinatore con la pistola puntata

Cronaca venerdì 04 dicembre 2020 ore 11:20

Mega-sequestro di accessori da fumo

Alcuni degli articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza
Alcuni degli articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza

Attività commerciali valdarnesi nei guai per non aver rispettato la normativa: confiscati oltre 300000 prodotti per tabacchi



VALDARNO — La norma è cambiata da quasi un anno ma loro continuavano a vendere prodotti nonostante non avessero l’autorizzazione. Quattro attività commerciali del Valdarno sono finite nei guai e sono state sanzionate per oltre 50000 euro per la vendita non consentita di accessori per tabacchi da fumo. L’ha scoperto la Guardia di Finanza di San Giovanni che ha sequestrato circa 300.000 articoli e accessori.

I finanzieri della Compagnia di San Giovanni, nell’ambito di una serie di controlli tesi a verificare l’esatta applicazione della normativa riguardante la vendita di accessori per tabacchi da fumo, hanno posto sotto sequestro l’ingente quantità di articoli da fumo (cartine e filtri), posti in vendita senza le necessarie autorizzazioni.

Quattro le attività commerciali coinvolte, che si trovano nei comuni di Montevarchi, San Giovanni e Terranuova, che, alla luce delle recenti modifiche normative, non avevano titolo alla vendita di tali prodotti. La norma prevede, infatti, che, dal 1° gennaio 2020, gli accessori da fumo siano assoggettati ad imposta di consumo e che la commercializzazione sia esclusivamente a cura delle rivendite autorizzate, in possesso della licenza rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. 

Per tutti sono scattate sanzioni amministrative, per un totale di 50.000 euro. In un caso, considerate le quantità detenute e sequestrate, il titolare è stato anche denunciato all’autorità giudiziaria. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno