Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:26 METEO:AREZZO10°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Attualità sabato 02 luglio 2016 ore 16:00

Arezzo Organ Festival, tra musica e formazione

Oltre ai concerti, è previsto un campo scuola dedicato ai ragazzi delle elementari e medie. Cinque giorni di musica e visite guidate



AREZZO — Ai nastri di partenza l’Arezzo Organ Festival, che rientra nel più ampio cartellone del Terre d’Arezzo Music Festival che copre tutta la provincia.

L'evento è realizzato dall’associazione culturale Opera Viwa con il contributo e il patrocinio del Comune di Arezzo, nell’ambito della manifestazione di interesse Buono creatività giovani, in collaborazione con la Diocesi di Arezzo, Cortona e Sansepolcro, con il Fai e con la Brigata Aretina Amici dei Monumenti. Il Festival ha il sostegno di Banca Valdichiana, Atam, Coingas, Multiservizi ed Estra.

L'edizione di quest'anno vede un'importante novità: da lunedì 4 a venerdì 8 luglio, Fai Scuola Arezzo, Brigata Aretina Amici dei Monumenti e l’assessorato alle politiche sociali, educative e giovanili del Comune, propongono cinque giorni di campo estivo presso il centro “La Casa Diritta”, rivolti ad alunni delle elementari e medie in preparazione alla manifestazione musicale. L'iniziativa infatti si chiama “Aspettando l'Organ Festival”. Verranno alternate lezioni, guide all’ascolto e visite didattiche nelle cinque chiese di Arezzo con i loro organi: Duomo, Pieve di Santa Maria, Basilica di San Domenico, Badia delle SS. Flora e Lucilla e Chiesa della SS Annunziata.

Inoltre, i ragazzi del Liceo scientifico Redi e del Liceo classico Petrarca faranno da Ciceroni per gli studenti più piccoli in un percorso a loro utile per maturare crediti in un iter di alternanza scuola - lavoro.

Ecco gli appuntamenti in programma ad Arezzo:

Sabato 9 luglio, ore 21,15 - Cattedrale dei SS Pietro e Donato

RECITAL ORGANISTICO Ferruccio Bartoletti, organo.

Domenica 17 luglio, ore 18 - Pieve di S. Maria

RECITAL ORGANISTICO Diego Innocenzi, organo (Argentina).

Domenica 24 luglio, ore 18 - Chiesa della SS.ma Annunziata

CONCERTO SOPRANO, OBOE E ORGANO Silvia Martinelli, soprano, Andrea J. Ridilla, oboe (U.S.A.), Andrea Trovato, organo.

Domenica 31 luglio, ore 18.30 - Pieve di S. Maria

RECITAL ORGANISTICO Christoph Kuhlman (Germania).

Venerdì 5 agosto, ore 21,15 - Badia delle SS. Flora e Lucilla

RECITAL ORGANISTICO Gabriele Giacomelli, organo.

Domenica 14 agosto, ore 18 - Basilica di San Domenico

CONCERTO ORGANO E QUARTETTO D’ARCHI Lucia Baldacci, organo
Quartetto d’Archi “I Musici Fiorentini”.

“Arezzo è la città della musica e della formazione musicale. Questo Festival, nell’ambito della manifestazione di interesse Buono creatività giovani, la svolta della Giunta Ghinelli nelle politiche giovanili, ha ottenuto il primo premio perché tocca tutti gli aspetti richiesti e anche il segmento del sociale in quanto offre un’alternativa concreta per coinvolgere gli studenti in attività significative durante il periodo estivo. Ringrazio gli organizzatori e la Diocesi che mette a disposizione le più belle chiese cittadine in un’iniziativa che propone musica, cultura, formazione e alternanza scuola-lavoro. Questo percorso è unico sicuramente nel panorama toscano. Il Buono creatività il prossimo anno sarà dedicato a Guido d'Arezzo” ha detto l’assessore Lucia Tanti.

Andrea Trovato dell'associazione Opera Viwa: “l'Arezzo Organ Festival è un progetto che portiamo avanti da tre anni nella città di Arezzo. Una città che deve trovare un rilancio turistico nell'arte, perché può vantare un patrimonio organistico straordinario, che va valorizzato e fatto conoscere in particolar modo alle nuove generazioni. Nell'organo della Pieve proprio in questi giorni è stato attuato una importante attività di restauro. Lo scopo del Festival è anche quello di tenere efficienti gli strumenti. Quest'anno abbiamo anche due Maestri che verranno dall'estero per suonare i nostri organi”.

Anna Goti per il Fai: “è un progetto innovativo e culturale. Abbiamo pensato di organizzare uno spazio di attesa dei concerti. La settimana precedente teniamo nella Casa Diritta, come Fai Scuola, in convenzione con il Liceo classico e scientifico, con un gruppo di studenti, gli apprendisti Ciceroni, incontri con alunni più piccoli, dalle 9 alle 18 per cinque giorni: si tratta di un campo scuola con una valenza culturale. Ci dedicheremo all'arte con focus sulle chiese in cui si svolgerà l'Arezzo Organ Festival, a cui seguiranno sopralluoghi, e faremo approfondimenti sulla musica, anche con esperienze dirette sugli organi. Giochiamo il nostro progetto sulla curiosità, siamo in estate e i ragazzi si dovranno soprattutto divertire”.

Claudio Santori, presidente della Brigata Aretina Amici dei Monumenti “è la prima volta che si coinvolge veramente la scuola. Purtroppo, la musica e la storia della musica sono i veri latitanti della scuola. Lavorare con i bambini è l'unico modo per avere adulti che siano sensibilizzati nei confronti della musica. Ed è anche la prima volta che collaboriamo con un grande Festival organistico, coinvolgendo direttamente i ragazzi”.

Fulvio Benicchi, direttore generale di Banca Valdichiana: “questo è un progetto che vede interessata tutta Arezzo nelle varie componenti. Questi appuntamenti che danno valore alla città sposano perfettamente la mission della nostra banca. Siamo coinvolti in molti eventi cittadini, questo significa che nei nostri dieci anni di presenza ad Arezzo abbiamo compreso quello che è il ruolo di una banca locale sul territorio e siamo stati sempre vicino alle varie iniziative”.

Laura Terrazzani, vice preside del Liceo Redi: “rivolgo per prima cosa un ringraziamento per aver avuto la possibilità di partecipare a questo progetto che permette al nostro istituto di rispondere all'esigenza dell'alternanza scuola lavoro, con un'iniziativa di grande spessore e qualità, consentendo ai ragazzi di uscire dalla scuola e confrontarsi con esperienze di alto valore culturale”.

Bernardo Mennini, presidente di Atam: “è un festival che ha lo scopo di richiamare ad Arezzo tante persone, per questo abbiamo aderito all'iniziativa. Il nostro obiettivo è mettere a disposizione i nostri parcheggi, che vengono valorizzati in maniera virtuosa da eventi come questo. La comunicazione dell'Arezzo Organ Festival permetterà di poter conoscere in modo preciso come si parcheggia ad Arezzo soprattutto per coloro che vengono da fuori città, mediante un’informazione precisa dell'organizzazione attraverso internet e comunicazione cartacea”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno