Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Medioriente, nave attaccata vicino a Stretto di Hormuz: sospetti sull'Iran

Cronaca venerdì 12 febbraio 2021 ore 15:20

Blitz nel bosco, cocaina nascosta in un albero

Operazione della Polizia a Peneto. Radura utilizzata da due albanesi come deposito di un chilo droga per rifornire le piazze aretine dello spaccio



AREZZO — Erano alcuni giorni che gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Arezzo controllavano la zona di Peneto, dopo aver notato movimenti sospetti in un bosco.  E proprio lì dentro hanno trovato un vero e proprio deposito di droga.

Ma ricostruiamo i fatti. In particolare gli agenti avevano messo gli occhi su un albanese che, dopo aver parcheggiato in una posizione appartata, nella strada che conduce alla piccola frazione poco distante da Staggiano, si era addentrato tra gli alberi, per fare poi ritorno dopo pochi minuti. Così ieri è scattato il blitz.

I poliziotti hanno visto la solita macchina, questa volta con due persone a bordo, salire verso Peneto. Quindi si sono appostati dentro alla radura, tra la vegetazione, appurando che dal veicolo era sceso uno dei due che si era poi addentrato nel boschetto, costeggiando un piccolo corso d'acqua, fino ad arrivare nei pressi di un grosso albero, dove all’interno di una cavità naturale, aveva infilato un voluminoso pacco. Poi era tornato indietro dallo stesso percorso e risalito a bordo dell'auto che lo aspettava.

Appena i due si sono allontanati gli agenti hanno trovato, nel tronco, un involucro avvolto da nastro adesivo, con dentro un chilo e 300 grammi di cocaina, risultata purissima e di ottima qualità, che avrebbe portato nelle piazze aretine migliaia di dosi.

Dopo gli accertamenti i due, di 33 anni e di 35 anni, entrambi di nazionalità albanese, sono stati bloccati e arrestati, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nella perquisizione della vettura, occultati all’interno dell’impianto di areazione, sono state trovate dagli agenti, e sequestrate, anche 6 dosi di cocaina pronte alla vendita e un'ingente somma di denaro in contanti.

Le perquisizioni domiciliari hanno consentito, inoltre, di rinvenire e mettere i sigilli ad una ulteriore somma di denaro contante ed all'auto che utilizzavano. I due, già con precedenti per reati contro il patrimonio e stupefacenti, dopo le formalità di rito sono stati trasferiti neò carcere di Arezzo.

Un'importante operazione ha permesso di stroncare un rilevante canale di rifornimento di "polvere bianca" dell’intera provincia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Cocaina nascosta in un albero- AREZZO
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno