Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:AREZZO19°38°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità domenica 18 dicembre 2016 ore 08:00

Bollette più leggere

Nuove Acque ha programmato delle iniziative destinate alle famiglie numerose ma non solo. Ecco i requisiti per accedere alle agevolazioni



AREZZO — Nuove Acque, il gestore del servizio idrico della provincia di Arezzo e parte di quella di Siena, introduce agevolazioni tariffarie per le famiglie numerose. Dal 2017 i nuclei familiari composti da almeno 4 figli a carico residenti in uno dei comuni della Conferenza Terrotoriale 4 Alto Valdarno potranno usufruire di una riduzione delle bollette dell’acqua. L’agevolazione sarà interamente finanziata con risorse proprie di Nuove Acque attraverso un fondo di 50 mila euro per il 2017.

“Abbiamo sempre ritenuto il numero dei componenti del nucleo familiare un fattore determinante per il calcolo della tariffa” – ha dichiarato Paolo Nannini, presidente di Nuove Acque. “Per questo già da mesi stavamo lavorando a un progetto interamente finanziato con risorse proprie per tenere conto anche del quoziente familiare nell’attuale disciplina delle agevolazioni tariffarie. Ora, in seguito alla volontà unanime del consiglio di amministrazione, possiamo annunciare l’imminente applicazione di questa ulteriore azione di welfare, che ci colloca tra i gestori più attenti in materia di investimenti a carattere sociale”.

Per poter usufruire del contributo, sarà sufficiente presentare la domanda dal giorno di apertura del bando specifico che sarà pubblicato entro il 31 gennaio 2017 e si chiuderà il 30 aprile successivo. Insieme alla domanda, dovrà essere allegata la certificazione ISEE (aggiornata e successiva alla data di pubblicazione del bando), su cui si baserà il calcolo dei contributi erogabili, che dimostri un valore del reddito familiare inferiore a 16.000 euro.

Il contributo sarà erogato in parti uguali, in proporzione al numero degli aventi diritto, fino al raggiungimento dell’importo stanziato da Nuove Acque per l’anno prossimo, e non potrà essere superiore a 500 euro.

“L’agevolazione per le famiglie numerose – aggiunge l’amministratore delegato, Francesca Menabuoni – è un’ulteriore misura per la tutela delle utenze deboli oltre a quelle già previste dall’Autorità Idrica Toscana per i clienti con ISEE inferiore agli 8.030 euro annui e oggetto di una nuova e più efficace regolamentazione, come stabilito approvato dalla Conferenza Territoriale proprio in questi ultimi giorni”.

Il numero dei componenti del nucleo familiare come criterio nella definizione delle tariffe si inserisce dunque in un più ampio progetto congiunto tra il gestore, i Comuni e l’Autorità Idrica Toscana per l’attuazione delle agevolazioni sociali. Anche per gli utenti con soglia ISEE inferiore a 8.030 euro, indipendentemente dal numero dei componenti il nucleo familiare, sarà aperto un bando dal 1 gennaio al 30 aprile 2017 per poter accedere alle consuete riduzioni tariffarie previste per le categorie “deboli”. Il finanziamento sarà prelevato dal FONI (Fondo Nuovi Investimenti) e ripartito in maniera proporzionale fra gli aventi diritto, secondo i criteri e i parametri previsti dal regolamento regionale che tengono conto del corrispettivo dell’anno precedente. L’importo a disposizione del bando sarà pari al 90% della quota FONI destinata all’agevolazione; il restante 10% sarà anch’esso gestito da Nuove Acque e sarà assegnabile entro il 31 ottobre 2017 su indicazione dei Comuni a quei soggetti in condizione di “povertà sopraggiunta” in un periodo successivo alla chiusura del bando.

Le due agevolazioni non sono cumulabili. Tutte le informazioni sul bando per le famiglie numerose e più in generale sulle tariffe sociali saranno illustrate attraverso i tradizionali canali di comunicazione aziendali e gli albi dei Comuni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno