Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza

Attualità giovedì 28 luglio 2022 ore 19:13

Cagnetta sbranata, nuove regole per lo sgambamento

L'episodio avvenuto a Villa Severi di una maltese uccisa da un pitbull senza guinzaglio ha scosso la città. Ecco le indicazioni passate in consiglio



AREZZO — Approvato su proposta dell’assessore Giovanna Carlettini il regolamento per l’accesso e l’utilizzo delle 20 aree per cani distribuite fra 18 parchi pubblici cittadini: “il testo detta norme a garanzia della corretta fruizione dei suddetti spazi, del benessere degli animali, della sicurezza di questi ultimi e delle persone. È sempre bene ricordare che la presenza dei cani e degli animali da affezione in generale è importante per il ruolo di sostegno, di gratificazione e anche educativo che svolgono. Ringrazio la consigliera comunale Meri Stella Cornacchini che ha sollevato il problema della mancanza di una disciplina specifica per queste aree”.

Una decisione, questa dell'amministrazione, scattata anche dopo l'aggressione e l'uccisione di una cagnolina al parco di Villa Severi da parte di un grosso cane sciolto. 

Veniamo ai contenuti del regolamento: intanto le aree in questione sono individuate da apposito cartello, posto in prossimità dell’ingresso, con la dicitura “Area pubblica di sgambamento per cani”. Vi possono accedere solo i cani accompagnati dai proprietari. I cani dentro l’area devono essere sei al massimo, iscritti all’anagrafe canina e identificati da apposito microchip, in buono stato di salute e sottoposti ai trattamenti preventivi vaccinali e antiparassitari. I cani nelle aree in questione possono stare in libertà, senza guinzaglio e museruola, ma i responsabili devono comunque essere muniti di entrambi, da utilizzare per motivi di sicurezza in caso di necessità. Se ci sono persone in attesa fuori con i loro animali, il cane all’interno potrà sostarvi per massimo mezz’ora. È vietato lasciare a terra rifiuti di qualsiasi genere e deiezioni. La vigilanza su queste aree è svolta dalla polizia municipale e dalle guardie zoofile autorizzate.

Dopo il dibattito, la delibera è stata approvata con 17 voti favorevoli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno