Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:AREZZO15°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 20 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Politica martedì 06 aprile 2021 ore 14:00

Cinghiali in città, Il Pd sollecita interventi

Donati e Caneschi, Consiglieri comunali Pd

Presentato in Consiglio comunale l'atto di indirizzo affinché il sindaco emetta ordinanze di riqualificazione per le aree in stato di abbandono



AREZZO — Il fenomeno degli animali selvatici in città diventa sempre più presente anche ad Arezzo. I Consiglieri del Pd Giovanni Donati e Alessandro Caneschi, hanno presentato un atto di indirizzo affinché venga costituito un tavolo di lavoro congiunto tra categorie, associazioni e istituzioni. I tutto finalizzato all'individuazione delle aree pubbliche e private della città in stato di abbandono da riqualificare anche attraverso l’emissione di ordinanze nei confronti dei proprietari.

“Dopo una serie di interrogazioni all’assessore Sacchetti, senza risposta, abbiamo presentato un atto in Consiglio Comunale per sollecitare l’amministrazione comunale a prendere in considerazione un serio un problema: la presenza dei cinghiali in città”.

Le aziende agricole da tempo hanno manifestato preoccupazione, attraverso le loro associazioni di categoria, per la proliferazione di questi animali e per la loro presenza costante nei terreni da loro coltivati. Oltre alla difficoltà economica dovuta dalla pandemia si moltiplicano i danni che subiscono dagli animali selvatici; danni che non vengono ripagati da nessuna compagnia assicurativa.

A questo si aggiungono i rischi per i cittadini che spesso si trovano coinvolti in incidenti stradali causati da animali selvatici che attraversano le strade di città: ormai è diventato frequente vedere animali selvatici che pascolano, trovando luoghi perfetti per il loro ricovero, nelle aree abbandonate anche alle porte della città.

"In base alla Legge Regionale n° 70, Art. 3, comma 1, il sindaco può intervenire per ragioni di sicurezza stradale e per pubblica incolumità.

L’emissione di un’ordinanza da parte del Comune di Arezzo porterebbe benefici molteplici aspetti: sicurezza stradale e per i cittadini e decoro urbano.

Il Consiglio Comunale si è espresso e i cittadini si aspettano risposte immediate. L’amministrazione, adesso, faccia la sua parte" - conclude la notta a firma Giovanni Donati e Alessandro Caneschi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal 16 aprile ad oggi 4 contagiati da "Inglese" e 6 da "Brasiliana". Qui ancora il dato più alto della Sud Est. Il totale arriva a 233
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Cronaca