Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:17 METEO:AREZZO14°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Federico Rampini e la nuova Arabia Saudita: possiamo fidarci di bin Salman?

Attualità giovedì 25 maggio 2017 ore 20:00

Cmt, al via il corso di riabilitazione ad Agazzi

ANGELA ARCURI SU NEUROPATIA CMT PRESENTAZIONE CORSO RIABILITAZIONE

L’appuntamento è per sabato 27 maggio al centro Agazzi. Giovanni Donzelli: “È importante che la Regione si impegni per far conoscere questa malattia”



AREZZO — Si terrà il 27 maggio l'ottavo corso teorico-pratico di riabilitazione per i soggetti affetti dalla ''Charcot-Marie-Tooth''.

L'appuntamento, presentato oggi in
Consiglio regionale a Firenze, si svolgerà al centro Agazzi di Arezzo, struttura specialistica di riabilitazione extraospedaliera neurologica ed ortopedica, che diventerà adesso
il primo centro di riferimento per la Toscana.

La Charcot-Marie-Tooth, spiega una nota, comunemente detta Cmt, è una neuropatia genetica e rara a carattere ereditario. È causa
di degenerazione e atrofia muscolare, con conseguenze come l'accorciamento dei tendini, la deformità degli arti, deficit sensitivi, perdita di equilibrio e assenza di riflessi. Come ha spiegato il consigliere Giovanni Donzelli, le misure a sostegno dei malati di Cmt sono al centro di una mozione che è stata approvata all''unanimità dalla commissione Sanità nel settembre 2015.

"La Regione Toscana ha concesso il patrocinio gratuito a questa iniziativa - ha spiegato il consigliere - e questo è importante, perché è importante far conoscere la Cmt e accrescere le competenze per il suo trattamento. Auspichiamo
adesso iniziative ulteriori e faremo pressione in questo senso. Nella mozione la Regione si era impegnata ad organizzare direttamente un corso di fisioterapia. La fisioterapia, lo ricordiamo, è l'unica cura per questa patologia".

Lo scopo del corso organizzato ad Arezzo è quello di diffondere le conoscenze sui vari aspetti della malattia e di proporre modalità di valutazione comuni, che da un lato consentano di individuare i bisogni dei soggetti affetti e dall'altro aiutino a formulare progetti e programmi riabilitativi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno