Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:59 METEO:AREZZO18°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Cronaca martedì 30 novembre 2021 ore 11:10

Coingas, favoreggiamento: le parti civili restano

Respinta la richiesta di esclusione. Come anche l'istanza del legale di Bardelli di stralciare dal faldone unico il reato di traffico di influenze



AREZZO — Nuova udienza, questa mattina nell’aula "Carlo Miraglia" della Vela, nell’ambito del processo Coingas, che vede undici imputati,  tra cui nomi eccellenti della politica cittadina come il sindaco Alessandro Ghinelli. 

Tra i coinvolti presenti solamente l’attuale vertice di Coingas, che non ha mai mancato un appuntamento in Tribunale, Franco Scortecci ed anche la commercialista, in pensione, Mara Cacioli. Per l'avvocato Pier Ettore Olivetti Rason si è aggiunto un altro difensore, si tratta di Neri Pinucci del Foro di Firenze.

L'udienza si è aperta con la decisione del Giudice Ada Grignani di ammettere anche il Comune di Civitella in Valdichiana tra le parti civili. Come sono stati ammessi tutti gli altri Comuni, assisiti in parte dell'avvocato La Ferla altri invece da Giorgetti: il Tribunale ha quindi rigettato la richiesta avanzata da alcuni difensori, tra cui quelli del sindaco Ghinelli, di escluderli in merito al reato di favoreggiamento del quale sono accusati nello specifico i loro imputati. Grignani ha anche preso atto della costituzione a parte civile del Comune di Castiglion Fiorentino.

Quindi, un altro passaggio saliente. Si è infatti aperto un dibattito sulla richiesta, depositata dall'avvocato Roberto Alboni che difende Roberto Bardelli, di stralciare dal calderone il reato di traffico di influenze contestato proprio a Bardelli, riqualificato dal Giudice per l'udienza preliminare al posto della corruzione. Ecco l'eccezione di Alboni: per incompetenza del Tribunale in composizione collegiale rispetto a quello in composizione monocratica ai fini del reato contestato. Medesima richiesta che è stata avanzata anche dagli altri difensori coinvolti nella stessa vicenda, quindi di Luca Amendola e di Lorenzo Roggi.

Una presa di posizione, avanzata al Giudice, che ha trovato l'opposizione dell'accusa, sostenuta dal Pm Pistolesi e dal procuratore Roberto Rossi. Quest'ultimo ha motivato la richiesta di rigetto in sostanza così: il fascicolo nasce come unico e lo resta sia nella fase delle indagini che davanti al Gup, come è stato portato anche in questo procedimento. Tutto parte dalle intercettazioni che hanno, ancora per la Procura, la funzione di corroborare le dichiarazioni del teste, Sergio Staderini (in incidente probatorio) anche per Estra e Multiservizi. Quindi, pure il vincolo di continuazione rappresenta un altro elemento che si oppone alla separazione. Per l'accusa, perciò, è connesso alle imputazioni principali e deve rimanere al collegio. A questo punto rimarrà un solo processo. Le parti civili non si sono espresse in quanto non si sono costituite sul reato in questione.

Il Giudice, dopo essersi ritirato per poco più di mezz'ora, ha respinto la richiesta di separazione.

Insomma, il procedimento appare ormai già estremamente dibattuto. Negli ultimi giorni, intanto, è arrivato un altro scossone. Macrì è decaduto dal ruolo di Presidente di Estra dopo il parere negativo di Anac sulla sua nomina, avvenuta "troppo a ridosso del precedente incarico come consigliere comunale". Lo stesso nodo finito davanti al Giudice. E stamattina il Procuratore Rossi ha prodotto la delibera Anac chiedendone l'ammissione.

Prossimo appuntamento in aula il 14 dicembre con un'udienza interlocutoria. Poi va tutto al 22 febbraio con l'inizio del dibattimento e inizierà l'ascolto dei testi della Procura. Quella di stamani si è conclusa con la richiesta di ammissione dei testi, che saranno decisamente molti, e la calendarizzazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno