Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto

Attualità mercoledì 16 dicembre 2015 ore 10:00

Concerto di Argerich, ma solo per pochi

I Popolari per Arezzo esprimono perplessità per la scelta di limitare l'accesso per il concerto di Martha Argerich alla riapertura del teatro Petrarca



AREZZO — Centinaia di aretini, appassionati di musica e di cultura, non avranno la possibilità di vivere un evento storico per la città di Arezzo perchè i due terzi del teatro risultava riservato.

«Accogliamo con gioia la ripresa dell'attività del teatro Petrarca - commenta Massimo Soletti dei Popolari per Arezzo, - anche se dopo tanti anni d'attesa sarebbe stato preferibile dare la priorità alla partecipazione e all'inclusione della cittadinanza, dunque era necessario invertire le proporzioni tra posti riservati e posti acquistabili. Il concerto di Argerich sarà un momento storico per la città di Arezzo e un'occasione importantissima per la cultura locale, dunque dispiace che alla fine non sia stato valorizzato come un patrimonio della città ma che rischi di essere sfruttato come una mera vetrina politica».

Le difficoltà nell'organizzare e nel gestire l'evento sono emerse già nelle fasi che hanno preceduto il concerto inaugurale. L'avvio della prevendita slittato di oltre dieci giorni e le difficoltà riscontrate nell'acquisto on-line sono state problematiche che hanno evidenziato una generale impreparazione nell'affrontare l'evento da parte delle strutture competenti.

«L'augurio - aggiunge Andrea Gallorini, presidente dei Popolari per Arezzo, - è che non si tratti di un evento spot e improvvisato, ma che a breve venga ufficializzata una vera stagione teatrale e che venga attivato un sito internet dedicato al Petrarca. Questo sarebbe l'unico modo per restituire il teatro alla città e ai cittadini, scongiurando il pericolo che un tesoro come il Petrarca possa essere utilizzato esclusivamente come un'occasione per ottenere consenso politico».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno