Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 23:21 METEO:AREZZO11°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I manifestanti pro-Palestina bloccano il ponte di Brooklyn

Attualità giovedì 15 dicembre 2022 ore 14:55

Si abbuiano alcuni canali Tv, ecco cosa cambia

Dal 20 dicembre scatta lo switch off di quelli in bassa definizione quindi 501-502-503. Gli impiantisti spiegano che c'è da fare nell'Aretino



AREZZO E PROVINCIA — Negli ultimi giorni sulle reti Rai sono apparse delle comunicazioni. A spiegare di che cosa si tratta ci pensa il presidente Elettronici di CNA Arezzo Ubaldo Manganelli. In sostanza ciò che viene annunciato comporterà la chiusura della trasmissione dei programmi in bassa definizione (SD, standard definition, impeg 2) attualmente trasmessi nella numerazione 501 – 502 - 503.

Resteranno visibili solo programmi trasmessi in alta definizione (HD, high definition, impeg4) trasmessi nella numerazione 1 – 2 – 3.

Questo comporta due conseguenze importanti:

  • i vecchi televisori che non sono abilitati alla ricezione in alta definizione e che quindi vedevano i tre canali RAI al 501 – 502 - 503, dovranno essere muniti di un decoder;
  • negli impianti di antenna che ricevono i segnali dai ripetitori che sono nella provincia di Arezzo, escluso Monteluco (che è in provincia di Siena), la frequenza di trasmissione dei tre canali RAI 1–2–3 è stata spostata dal MISE dalla banda di trasmissione quarta alla quinta (dal canale 27 al 45) con la conseguenza che molti degli impianti non fanno passare questo canale e quindi si dovrà provvedere alla sostituzione delle antenne e del centralino per poter vedere ancora questi 3 canali.

Per avere aiuto basta chiamare gli antennisti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno