Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:30 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Quanti innocenti finiscono in galera? Ora lo sappiamo: quasi tre al giorno

Attualità venerdì 12 maggio 2017 ore 21:35

"Etruria, una vicenda giunta a un punto fermo"

Francesco Romizi (Arezzo in Comune) e Donato Caporali (Pd)​: “non esiste più ad Arezzo una banca espressione del territorio”



AREZZO — “Preoccupano i recenti sviluppi che stanno riguardando ex-Banca Etruria oggi Banca Tirrenica – fanno sapere i consiglieri comunali Francesco Romizi (Arezzo in Comune) e Donato Caporali (Pd) in una nota – mentre si continua ad affrontare il tema, che invece meriterebbe chiarezza, senza individuare le responsabilità del disastro.

“Nessuna strumentalizzazione – tengono a sottolinea i due consigliere dell'opposizione –, ma è bene che emergano una volta per tutte gli aspetti opachi dove la politica, e non ci riferiamo solo a Maria Elena Boschi, e la finanza si sono attorcigliate e hanno prodotto un conto salatissimo che stanno pagando il territorio, i dipendenti e i risparmiatori.

Chiediamo a tutti gli attori istituzionali, sindaco in primis, di esercitare ogni azione verso Banca Tirrenica SPA affinché sia tutelata l’occupazione e vengano mantenuti gli impegni a favore dei truffati di ex Banca Etruria.

Il sindaco stesso si faccia garante, come chiede la mozione approvata in Consiglio Comunale, a che il Comune di Arezzo si costituisca parte civile nei processi in cui si tenterà di fare luce sulle responsabilità penali eventuali”.

“A questo disastro – concludono – deve essere sottratto il velo di natura trasversale che ne ha avvolto i contorni. Intanto il dato certo è uno: Banca Etruria, ma più in generale una banca del territorio, non esiste più”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno