Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:AREZZO11°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Cronaca mercoledì 26 ottobre 2016 ore 20:00

Furti nei bar, incontro dal questore

Stefano Mearini, Fipe Confcommercio

Gli ultimi due colpi sono stati effettuati nelle ore scorse. Confcommercio sarà ricevuta da Failla. La solidarietà di Confesercenti



AREZZO — Venerdì prossimo 28 ottobre i vertici della Confcommercio Arezzo saranno ricevuti dal questore per affrontare il tema della sicurezza, soprattutto riguardo all'attività dei bar. 

Da settimane si susseguono furti, gli ultimi in ordine di tempo al "Caffè di Piazza" in piazza Giotto e al "Bar Magi" in via Vittorio Veneto. 

“Chiediamo più sicurezza, siamo stanchi di provare paura ogni sera all’orario di chiusura perché un balordo qualsiasi potrebbe da un momento all’altro entrare nel nostro locale per una rapina. Ci sentiamo un bersaglio. Lavorare sulla strada così è diventato davvero difficile". A parlare è il presidente provinciale di Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) Confcommercio Stefano Mearini, appena eletto alla guida dei baristi aretini.

“Non accade ovunque, va detto. Per fortuna nella nostra provincia ci sono ancora borghi dove si vive e si lavora tranquilli. Ma nei centri storici delle città più grandi, non solo del capoluogo, il problema della sicurezza è molto sentito, tanto che lo abbiamo messo in cima alla lista delle nostre priorità”, dice Mearini alla sua prima uscita pubblica da presidente della categoria.

“Per i baristi si tratta di un punto della massima importanza”, sottolinea Mearini, “ogni giorno alcuni di noi si trovano a gestire situazioni limite. Chiediamo quindi alle forze dell’ordine più presidio del territorio, in particolare nelle fasce orarie più delicate, e più vigilanza sul rispetto delle regole. Alle amministrazioni comunali chiediamo poi un’attenzione maggiore nella stesura dei piani urbanistici, perché in città non si creino aree a rischio degrado”.

Oltre alla sicurezza, ci sono altre priorità che Mearini vuole affrontare nel suo mandato, insieme ai vicepresidenti Alessandro Ferretti ed Emanuele Gallorini. “La concorrenza sleale e l’abusivismo prima di tutto: vogliamo chiedere un giro di vite su circoli ricreativi e quanti dietro il paravento dell’associazionismo e della cultura mascherano un’attività imprenditoriale bella e buona senza però pagarne gli oneri”, spiega Mearini, “a proposito di cultura, vorremmo far diventare i pubblici esercizi promotori del territorio e del nostro stile di vita, mettendoli al centro di eventi che possano avere un richiamo per i turisti”. 

C’è poi da affrontare il tema della saturazione del mercato: la liberalizzazione delle licenze ha portato esiti negativi e non perché ha inasprito la concorrenza, ma perché ha buttato sul mercato operatori non professionali. Gli unici a poter fare qualcosa per risanare la situazione sono i Comuni, rivedendo il meccanismo di apertura delle nuove attività”, spiega il presidente della Fipe-Confcommercio aretina, “se si alzano i requisiti professionali da chiedere, forse si riesce a riportare la qualità al centro del mercato”.

Sul tema si registra anche la solidarietà del direttore di Confesercenti, Mario Checcaglini, ai due baristi derubati: “Sono nostri soci e ho personalmente espresso ai baristi la mia vicinanza ai titolari del Bar Al Caffè di Piazza e del Bar Magi. Credo che due colpi in una sola notte siano decisamente troppo per una città come Arezzo. A questo si aggiunge anche il caso del negozio di calzature che sabato notte si è visto distruggere la vetrina ed è naturale che salga l’emergenza per capire come frenare il fenomeno”.

E mentre i furti infatti si moltiplicano a diminuire è la percezione di sicurezza e la tranquillità. “Abbiamo incontrato il questore alcune settimane fa – continua il direttore di Confesercenti – sottolineando la preoccupazione della categoria e avanzando le esigenze dei commercianti in tema della sicurezza. È certo che i commercianti non intendono convivere con i furti. Chiediamo quindi di alzare l’attenzione e di implementare i controlli e i pattugliamenti del territorio da parte delle forze dell’ordine”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno