Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO12°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Sport lunedì 07 novembre 2022 ore 16:25

Arezzo, il pareggio con il Livorno dà più forza

In 10, per oltre 70' domina l'avversario. La squadra di Indiani prende maggiore slancio per il campionato. Risaliti si opera al menisco, fermo 1 mese



AREZZO — In una cornice splendida come da anni non si vedeva al Comunale con 4.500 spettatori presenti di cui quasi 700 livornesi, i tifosi aretini ieri hanno assistito a una partita che ha regalato amarezza e consapevolezza. Amarezza per una vittoria mancata e per una fuga solitaria che si è interrotta, secondo noi provvisoriamente, dopo la vittoria della Pianese che ha raggiunto l’Arezzo in testa alla classifica. Un pareggio frutto di un grave errore del portiere Trombini che fin qui ha disputato un ottimo campionato e che non va assolutamente condannato, nel calcio moderno certi errori sono frequenti e quindi vanno messi in preventivo.

La lettura perfetta della partita e del campionato è stata data come sempre dal suo allenatore Paolo Indiani che, a fine gara, ha elogiato i suoi rimarcando che partite come quelle di ieri si rischiano spesso di perdere pesantemente e per quanto fatto vedere in campo i suoi hanno dato una prova di forza a tutti gli avversari. 

La sua squadra nei primi 25’ di gioco ha dominato in ogni parte del campo, dando l’impressione che la vittoria sarebbe arrivata. Il Livorno prima dell’espulsione e dopo con l’uomo in più, non ha mai pensato a giocare ma solo a contenere e difendere il risultato con continue interruzioni di gioco, senza dare dimostrazione di essere all’altezza del Cavallino. Negli oltre 70’ in dieci l’Arezzo ha continuato a giocare e attaccare alla ricerca del pareggio prima e della vittoria poi, dimostrando di avere testa e coraggio.

La squadra amaranto dopo il pareggio contro il Livorno esce dal campo con maggior consapevolezza di essere forte (forse la più forte del girone), abbina al bel gioco grinta e determinazione necessarie per arrivare in fondo al campionato da prima della classe. Società, allenatore e giocatori sono consapevoli che la vittoria del campionato li riguarda direttamente e per questo non dobbiamo pensare troppo agli avversari.

Il tifoso amaranto va allo stadio e si diverte a vedere giocare l’Arezzo, l’entusiasmo è presente in tutta la città e ieri lo ha dimostrato per 95’. Adesso occorre mantenere la calma e continuare la strada indicata da Indiani con la consapevolezza della propria forza. Poi il resto, ne siamo sicuri, arriverà da solo.

Risaliti fermo un mese. Gli esami strumentali ai quali si è sottoposto questa mattina Giacomo Risaliti hanno evidenziato una lesione del menisco del ginocchio sinistro. Il calciatore per tale motivo si sottoporrà nella giornata di giovedì ad intervento chirurgico ad Arezzo, presso il Centro Chirurgico Toscano. I tempi di recupero sono stimati in quattro settimane.

L'unica nota stonata ieri sono stati alcuni attimi di tensione in viale Giotto tra dei sostenitori livornesi, che con mezzi propri non hanno seguito il percorso indicato per le tifoserie ospiti, e qualche aretino. Ma il pronto intervento delle forze dell’ordine ha riportato subito la calma.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno