Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO15°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Attualità giovedì 03 settembre 2020 ore 07:30

Insegnanti in classe preparano il grande rientro

Già al lavoro il personale scolastico. Segnaletica e distanziamento tra i banchi sono i "compiti" che svolgono i docenti in queste ore



AREZZO — Gli insegnanti sono già “ai posti di comando”. Il resto del personale anche. Infatti, mancano poco meno di due settimane alla riapertura ufficiale della scuola. I più piccoli rientrano ancor prima. Una riapertura attesa ma che preoccupa anche molto. Nelle aule e lungo i  corridoi ci sono già maestri, professori e addetti all’amministrazione degli istituti. Segnaletica e distanziamento tra i banchi sono i "compiti" da svolgere in queste ore. Manca però il grosso: gli studenti.

Il Covid, infatti, ha tenuto le aule chiuse per lunghi e interminabili mesi, costringendo a lezioni a distanza che hanno impegnato, non poco, docenti e ragazzi, alle prese con una didattica mai provata prima.
Adesso finalmente potranno tornare sui banchi. Non vedono l’ora. Ed anche le famiglie.

Resta da sciogliere il nodo del pre e dopo scuola che, al momento, è stato sospeso. Il Comune prevede un bonus conciliazione, per supplire a questa mancanza, ma indicazioni verranno date entro il 10 settembre.
Intanto, le chat delle classi continuano ad essere "infuocate". Tanta l’attesa, tanta la voglia di tornare tutti assieme, ma anche tanta la preoccupazione per una organizzazione che di certo, dovrà essere completamente diversa rispetto al passato. 

Gli insegnanti rassicurano e mettono a disposizione tutto il loro impegno e la loro professionalità per un rientro in tranquillità e sicurezza. Anche per loro non è facile, ma l’obiettivo è quello di poter svolgere didattica in presenza e tornare a guardare negli occhi,  magari anche a redarguire "in diretta", i propri alunni. Maria Montessori è nata esattamente 150 anni fa, la data esatta è il 31 agosto. Il suo metodo educativo è noto in tutto il mondo. L’Italia è stata costretta a chiudere le scuole per la pandemia. Adesso la riapertura. Non poteva essere altrimenti.

Claudia Martini


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno