Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:AREZZO15°27°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Quando finite di parlare parto», l'autista "sequestra" i passeggeri sullo shuttle Malpensa-Milano
«Quando finite di parlare parto», l'autista

Attualità martedì 16 agosto 2016 ore 10:25

Le scuderie Edo Gori tornano in pista

Erano state colpite da focolai di anemia infettiva equina. Il Rettore: "Dal 25 agosto scatta lo sblocco. Grazie a chi ci ha sostenuto"



AREZZO — “Sono molto soddisfatto.” Queste le parole del Rettore Ezio Gori che commenta a caldo il pronunciamento emesso dal Ministero della Salute sulla data di fine blocco delle Scuderie "Edo Gori".

“Abbiamo interpellato il Dipartimento della sanità animale del Ministero della Salute, diretto dal Dott. Borrello, chiedendo un’interpretazione autentica della recentissima normativa applicabile ai focolai di anemia infettiva equina, come quello che ci ha interessato. Il Dipartimento ministeriale ha esaminato tutti gli atti del procedimento avviato lo scorso maggio dalla ASL di Arezzo ed ha definitivamente chiarito che le nostre scuderie possono tornare "libere" dal prossimo 25 agosto. Il Ministero ha infatti sancito che i novanta giorni di quarantena previsti dalla normativa devono iniziare a decorrere dal giorno in cui il cavallo malato è stato isolato, scongiurando il rischio di contagio. Il periodo di blocco delle strutture e degli animali scadrà quindi il prossimo 25 agosto.

Siamo molto soddisfatti per l'esito della vicenda - continua Gori -  Questa è la conclusione di una storia che ha colpito duramente l’intero Quartiere, i giostratori, il direttore tecnico Martino Gianni, il capitano, lo staff tecnico ed ogni singolo quartierista. Possiamo mettere fine ad una vicenda che ha toccato forse i beni più preziosi e sicuramente quelli cui siamo più legati: i nostri animali e le nostre Scuderie. Pur non avendola mai abbandonata fisicamente, possiamo figurativamente dire ai nostri Quartieristi: torniamo a casa!”

Il Rettore prosegue con un ringraziamento particolare: "Voglio ringraziare personalmente la Direzione generale della sanità animale del Ministero della salute che ha dimostrato un’efficienza ammirevole e la ASL di Arezzo con tutti i suoi referenti e responsabili che in questa vicenda hanno sempre mostrato, fin dall'inizio, grandissima professionalità e disponibilità. Mi preme inoltre ringraziare l'onorevole Marco Donati per essersi adoperato a far mettere in contatto il Quartiere di Porta Santo Spirito con il Ministero della Salute. L'onorevole Donati fin da subito si è mostrato attento alla vicenda che ha colpito il nostro quartiere dimostrando grande attenzione e amore per la Giostra del Saracino.".

L'ultimo pensiero di Gori va alle imminenti giostre "adesso che questa vicenda si è chiusa positivamente per il nostro Quartiere, senza soluzione di continuità, proseguiamo il lavoro svolto fino ad oggi con i nostri giostratori, i cavalli e tutto lo staff tecnico, per essere pronti ad affrontare le giostre del prossimo 27 agosto e 4 settembre."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno