Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza

Attualità venerdì 09 giugno 2017 ore 12:00

Lilt, un impegno al servizio della Radioterapia

L'associazione ha avviato una collaborazione con il reparto per migliorarne i servizi di accoglienza



AREZZO — La Lilt di Arezzo incontra la Radioterapia dell'Ospedale San Donato. Questo reparto ha recentemente avviato una serie di sinergie con numerose associazioni aretine per migliorare i servizi resi nella cura del cancro e nell'accoglienza ai pazienti e, tra i soggetti coinvolti in questa rete, è rientrata anche la sezione provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Tra gli obiettivi che animano questa associazione rientra anche la prevenzione terziaria che prevede i servizi al malato e alla sua famiglia al momento della comparsa della patologia, dunque anche durante il periodo di cura. L'operato della Lilt, in accordo con la dottoressa Luciana Lastrucci e con gli altri medici, è stato così orientato al miglioramentodella qualità e della vivibilità degli ambienti della Radioterapia attraverso alcune iniziative di beneficenza rivolte al reparto.

Le sensibilità di molti cittadini e aziende ha già permesso di donare due televisori, mobili da arredamento, abbonamenti a quotidiani e riviste per arricchire i locali dell'accoglienza dove sostano i pazienti prima e dopo i cicli di cure, mentre per alcune ore alla settimana è assicurata la presenza di volontarie per un servizio di compagnia, di ascolto e di supporto. La Lilt, inoltre, ha messo a disposizione della Radioterapia la convenzione con la Cooperativa Taxi Arezzo che garantisce un trasporto a basso costo per le visite mediche e sanitarie: dal momento che per godere di questi servizi è necessario essere soci, sono state fornite gratuitamente un numero di tessere tali da permettere il trasporto a chiunque sia impossibilitato a raggiungere autonomamente l'ospedale per le cure.

«Il nostro obiettivo - commenta Ivan Cipriani Buffoni, presidente provinciale della Lilt, - è di essere di supporto ai professionisti che quotidianamente operano con competenza e umanità nel reparto di Radioterapia. Quello della Lilt vuole essere un piccolo contributo per provare, insieme, a combattere una malattia come il tumore che, se individuata in tempo e ben curata, può realmente essere sconfitta».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno