Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Sport venerdì 22 gennaio 2021 ore 10:24

Lo sport e la "giungla" dei Decreti anti Covid

Lorenzo Bernardini, Presidente CSI Arezzo

Il CSI fa chiarezza sulle disposizione per eventi di carattere nazionale. Bernardini "attenzione le sanzioni riguardano sia i dirigenti che gli atleti"



AREZZO — Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto-legge n. 2 del 14 gennaio 2021. Ed ecco che il CSI aretino si mette ancora una volta dalla parte di sportivi, società e associazioni per fare un po' di chiarezza sulla parte del provvedimento relativa all'ambito sportivo “di carattere nazionale”.

Sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni ‒ di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) ‒ riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti utilizzati a porte chiuse o all’aperto, senza la presenza di pubblico.

Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni sopra indicate e con tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e Enti di promozione sportiva. Il Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e il Comitato italiano paralimpico (CIP) vigilano sul rispetto di queste disposizioni.

Ci sono poi quesiti per i quali si trovano le risposte direttamente sul sito del Coni. Ecco quali: quando sono giustificati gli allenamenti della mia società, ad esempio di danza o di arti marziali? Come faccio a sapere se la mia società sportiva è iscritta ad un evento di “carattere nazionale”?

Inoltre, il CSI sottolinea che certificato medico e tessera agonistica sono sempre obbligatori per chi è iscritto all’evento di carattere nazionale. E quindi, cosa occorre? Iscrizione della società sportiva nel portale campionati nazionale del Coni tramite federazione e/o ente. Come detto, tesseramento agonistico e perciò certificato medico agonistico. Covid manager in struttura. Oltre che svolgere l’attività sportiva a porte chiuse.

Infine, deve essere ricordato che è sempre obbligatorio il riconoscimento di istruttore tecnico rilasciato dall’ente e/o federazione di riferimento. “Le sanzioni oltre che per i dirigenti sportivi sono anche per gli atleti, quindi attenzione doppia” termina il Presidente del CSI di Arezzo, Lorenzo Bernardini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno