Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:AREZZO21°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L’esplosione in una fabbrica di Taiwan provoca un'enorme palla di fuoco
L’esplosione in una fabbrica di Taiwan provoca un'enorme palla di fuoco

STOP DEGRADO venerdì 25 giugno 2021 ore 13:00

​Parcheggio Pietri, ancora movida sfrenata

Serate movimentate e una gran quantità di bicchieri, bottiglie e spazzatura varia. Gli interventi della Municipale non cambiano le abitudini dei giovani



AREZZO — Nei giorni scorsi avevamo documentato con le nostre immagini come, al parcheggio Pietri, la vita serale, la movida, siano vive e continue come e quanto nelle classiche piazze del centro storico di Arezzo. Realizzando il nostro servizio, avevamo parlato con due residenti della zona, che ci avevano raccontato come la gran quantità di spazzatura che stavamo vedendo fosse tutt'altro che un caso isolato. Una delle due signore, a passeggio con il suo cane nei campi che si trovano tra il parcheggio e le mura medicee, ci ha inviato oggi nuove immagini dello stesso problema.

La prima cosa che salta all'occhio è come il volume dei rifiuti non sia diminuito, nonostante la Polizia Municipale si fosse occupata di far rimuovere quello che c'era e ripulire l'area. Ma l'estate è ormai arrivata definitivamente, portando con se una maggior voglia di stare fuori la sera, di passare tempo con gli amici e, ovviamente, di bere. Guardando quel che resta della movida infatti, come in tutte le altre aree della città interessate dal medesimo problema, è ovvio notare come il consumo di bevande alcoliche sia prioritario, per i giovani che stanno fuori la sera.

Se non fosse già questo un problema sociale di notevole importanza, è ovvio prendere nota di come, nonostante la presenza di cassonetti e cestini, i giovani preferiscano semplicemente abbandonare i bicchieri vuoti, le bottiglie scolate e le cannucce da cocktail nei prati e nei campi che si trovano tra le mura medicee e le tre aree di parcheggio che compongono il parcheggio Pietri. La presenza di tante bottiglie di superalcolici e di vino, testimonia anche come non vengano consumate solo bevande acquistate direttamente nei locali della zona, ma anche quelle acquistate in negozi e supermercati, a dimostrazione che il consumo di alcolici è un'obiettivo principale della serata fino da prima ancora di recarsi nel luogo scelto per 'fare serata'.

Un problema enorme per i residenti della zona, che sono costretti a convivere con la confusione delle decine di giovani che passano le loro serate nel parcheggio a bere, con l'ovvia conseguenza della confusione e del rumore. Il caldo e la necessità di tenere le finestre aperte, trasformano tutto questo in un disagio continuo. C'è poi ovviamente da considerare la questione sporcizia, perchè plastiche e vetri di vario genere sono pericolosi per la sicurezza e per l'igiene, oltre a degradare la zona nord della città. Ma siamo anche nel parcheggio Pietri, quello più indicato perché i turisti possano lasciare le loro automobili e raggiungere il pieno centro storico della nostra città, attraverso le scale mobili che portano fino al Duomo, al Comune, al Prato e alla Fortezza, per poi scendere verso Piazza Grande e le tante nostre altre bellezze. E questo, ogni mattina, è il biglietto da visita che Arezzo presenta ai turisti.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Quel che resta della movida al parcheggio Pietri
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno