Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO13°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Politica domenica 21 giugno 2020 ore 16:00

Anche il Partito Comunista correrà per il sindaco

Alessandro Facchinetti, dipendente Telecom, sarà candidato alla poltrona di Palazzo Cavallo. Il programma verrà divulgato nelle prossime settimane



AREZZO — Un altro candidato sindaco in lizza alle prossime amministrative ad Arezzo. Il Partito Comunista ha scelto di non appoggiare nessuno dei pretendenti e di correre da solo. Il candidato è Alessandro Facchinetti, dipendente Telecom, che assieme a Caoli Berni ha di fatto riportato la "falce e martello" ad Arezzo.

Il Partito Comunista dichiara che non intende fare nessun accordo con altre forze politiche, né prima né dopo, cercando di dare voce a quelle forze sociali che chiedono un cambiamento radicale.

"In ottemperanza alla coerenza che da sempre ci contraddistingue - si legge nella nota del Partito Comunista di Arezzo - lo faremo in maniera indipendente ed autonoma, alleati solo ed esclusivamente ai lavoratori, ai precari, ai cassintegrati, ai disoccupati, ai giovani, ai pensionati, ai piccoli commercianti, agli artigiani, insomma a tutti quelli massacrati socialmente dalle politiche europee, eseguite dai governi sia di centrodestra che di centrosinistra".

I comunisti aretini, inoltre, sottolineano come questa scelta sia l'occasione di portare alla ribalta le loro idee e progetti per una città diversa ed alternativa "rispetto a quella diseguale e non solidale mal governata prima da Fanfani e poi da Ghinelli" - affermano nella nota.

In attesa del programma, che verrà presentato nelle prossime settimane, Il Partito Comunista di Arezzo fa sapere che la lista sarà composta da lavoratori autonomi e dipendenti, da studenti universitari, giovani delle scuole superiori e da personalità che fanno politica per passione e convinzione. 

Insomma, un altro concorrente alla poltrona di Palazzo Cavallo. Un candidato che intende andare a pescare i voti in quell'area di estrema sinistra che difficilmente si sarebbe recata alle urne per dare il consenso ad uno degli attuali pretendenti.  Una candidatura, quindi, che non dovrebbe andare a "rubare" voti al Pd o alle liste di centrosinistra ma che, eventualmente, potrà portare più gente al seggio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno