Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Sport lunedì 05 dicembre 2022 ore 09:55

Arezzo perfetto, ora il filotto chiesto da Indiani

Contro la Pianese una prova di forza data a tutto il campionato. La squadra si esalta contro le "grandi". Adesso servono una raffica di vittorie



AREZZO — La vittoria dell’Arezzo a Piancastagnaio ottenuta contro la Pianese ristabilisce le gerarchie nel girone E del campionato di serie D. Il Cavallino dopo il successo ottenuto contro la capolista resta secondo - a due lunghezze di distanza - ma se qualcuno, dopo la sberla rimediata contro l’Ostia Mare, pensava ad una squadra in crisi a rischio smarrimento, oggi si deve ricredere e valutare bene tutte le prestazioni fatte fin qui in campionato.

Il condottiero Indiani sabato in conferenza stampa lo aveva detto che i suoi andavano a vincere e che sarebbe stato l’ultimo a sorprendersi se i ragazzi avessero fatto una prestazione maiuscola. Fino ad oggi nessuna delle squadre che hanno affrontato l’Arezzo è stata superiore e. quindi. come è giusto che sia i conti si faranno a maggio.

Tutto vero, non era un bluff, semplicemente il mister conosce bene il calcio e altrettanto i suoi giocatori. Indiani ha preparato la partita alla perfezione e in campo la forza della Pianese è stata completamente disinnescata. Una prova maiuscola quella dei giocatori amaranto: personalità, gioco, la giusta cattiveria agonistica, nessuna sbavatura, insomma non hanno lasciato niente al caso in 100 minuti di gioco.

E’ stato un match di pugilato, nei primi round gli avversari si sono studiati bene per poi provare a colpire per sferrare il colpo del KO. Se il primo tempo è stato abbastanza equilibrato con l’Arezzo che ha fatto più della Pianese, in avvio della ripresa il Cavallino ha sferrato un doppio colpo che ha steso la capolista al tappeto senza dare la possibilità di rialzarsi. La Pianese ha accusato pesantemente il colpo e nemmeno il gol di Pinto ha dato fiato per un recupero nel finale.

Il merito va tutto alla squadra amaranto che è sempre rimasta lucida, coperto ogni zona senza dare campo e respiro all’avversario. Una vittoria cercata, voluta e ottenuta - lo ripetiamo - grazie alle qualità tecniche e mentali.

Filotto. Serve un filotto di vittorie, lo ha detto Indiani dopo la partita facendo capire che se adesso la squadra non mette in fila una serie di vittorie, quella ottenuta contro la Pianese potrebbe essere ininfluente nel percorso. La squadra sa di essere una corazzata e contro le formazioni forti, lo dimostra benissimo e si esalta. La differenza adesso va fatta con le squadre “piccole” per continuare il recupero sulla Pianese, per provare il controsorpasso.

Tifosi. Non ci sono più parole per descrivere l’amore che hanno verso la maglia amaranto e la voglia di ritornare in Lega Pro. Trascinano i giocatori in ogni stadio, sono il valore aggiunto ad una rosa già fortissima, uno spettacolo dentro lo spettacolo. Oltre 600 ieri a Piancastagnaio sotto il diluvio per l’intera giornata ripagati alla fine dalla festa dei giocatori sotto la tribuna “amaranto”.

Paolo Nocentini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno