Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:34 METEO:AREZZO13°17°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 22 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Alec Baldwin spara sul set del film Rust, muore la direttrice della fotografia: il video dall'alto del luogo della tragedia

Attualità lunedì 13 settembre 2021 ore 14:25

Piazze della Salute, la festa della vita

Il 25 settembre la sanità esce dall'ospedale ed incontra i cittadini in Piazza Grande. Formazione dei cittadini alle attività di emergenza-urgenza



AREZZO — Il 25 settembre in Piazza Grande ci sarà la grande festa della sanità. Un giorno importante pensato anche per coinvolgere i cittadini in attività in grado di aiutare i medici nel soccorso immediato

Sebbene l'Unità di Emergenza-Urgenza (118)  intervenga in tempi rapidi, una persona adeguatamente formata può determinare la vita di un paziente. Sì, perché in moltI casi pochi minuti possono determinare la sopravvivenza di una persona colpita da malessere improvviso. 

Formazione, capillarità e defibrillatori. Questo è ciò che porta avanti l'Unità di Emergenza-Urgenza nel territorio aretino e nell'Area Vasta. 

In tutta la provincia di Arezzo ci sono 1.035 defibrillatori ed il personale "civile" formato è in continuo aumento. Non c'è Comune che non abbia un apparato e non c'è scuola senza defibrillatore. Praticamente tutti i docenti di scienze motorie (quelli che una volta di chiamavano professori di educazione fisica) hanno ricevuto un'adeguata formazione e sono in grado di insegnare le nozioni di base anche agli studenti.

"A scuola ci si va per studiare e non per morire". Così il direttore Mandò sottolinea il lavoro intrapreso in questi 10 anni negli Istituti aretini. Ma non solo. Il numero uno del 118 pone l'accento su come ad Arezzo e provincia ci sia un'alta cultura dell'emergenza.
"Ogni anni si verificano circa 250-300 arresti cardiaci, la statistica dice 1 ogni mille abitanti circa. Ebbene nel corso di questi anni, grazie alla rete formata da formazione-defibrillatori e interventi rapidi, il numero di persone salvate è notevolmente aumentato fino a toccare percentuali molto alte"- conclude Mandò.

Anche di questo se ne parlerà il 25 settembre in Piazza Grande quando la sanità aretina uscirà dall'ospedale e andrà ad incontrare i cittadini che sempre più spesso diventano determinanti nel salvare vite.

"Nonostante le tecnologie avanzate in possesso dell'Unità Emergenza-Urgenza è fondamentale il supporto dell'intera comunità" - afferma Simona Dei, direttore sanitario Asl Tse. Dietro un semplice intervento c'è una struttura che, in tempo reale, dialoga con tutti i centri  medici della Toscana per garantire al paziente il miglior trattamento possibile. Un modello efficiente che necessita del supporto di tutti, sanitari e cittadini. Per questo il 25 settembre per noi sarà una festa, perché formare per salvare vite è una gioia che deve essere condivisa".

Tante le Associazioni, enti e anche aziende private che hanno aderito a questa iniziativa. Tra queste anche la Misericordia di Arezzo che, tramite il suo governatore, sottolinea l'importanza di un'educazione sanitaria consapevole.
"Unire le forze per mettere la salute del cittadino al primo posto. Il camper sanitario, in giro per la provincia in questi giorni, è l'esempio di come sono importanti queste forme di collaborazione - conclude Pier Luigi Rossi.

Soddisfazione anche da parte del presidente dell'ordine degli Infermieri Giovanni Grasso che, già in passato, aveva "inventato" forme ludiche come "Il Saracino del Cuore" per far apprendere ai cittadini le nozioni per un corretto massaggio cardiaco. A tal proposito, Grasso fa sapere che dalla prossima settimana i commercianti che hanno partecipato a questi corsi di formazione esporranno nel propio locale vetrofanie che attestano che l'attività è "protetta".

Insomma, il 25 settembre c'è la Piazza della salute dove gli aretini potranno imparare come fare aiutare i soccorsi e salvare vite.

L'evento è organizzato in collaborazione con Arciconfraternita della Misericordia di Arezzo, "La Croce Bianca" di Arezzo, Centrale 118, Anpas, Croce Rossa Italiana sez. Arezzo, Associazione Cultura Nazionale, Società Cooperativa Sociale Etrusco, Fondazione Andrea Cesalpino, Confcommercio Arezzo, Ombra, Medic.Ar, Camae.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' quello prodotto dall'azienda Santa Vittoria di Foiano seguendo una tradizione secolare. La proclamazione da Vinitaly
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità