Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO13°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I Metallica suonano a Milano e in scaletta compare "Acida" dei Prozac+: il video

Attualità martedì 26 ottobre 2021 ore 16:01

Pre e post scuola, dal Comune 60mila euro

Lucia Tanti

Approvato anche il progetto "Pomeriggi Insieme" realizzato grazie alle famiglie di Giovi e della Chiassa



AREZZO — Continua l'impegno del Comune per garantire i servizi pre e post scuola. L'amministrazione cittadina ha appena approvato due progetti. da una parte sono stati stanziati 60mila euro per gli Istituti comprensivi di Arezzo e dall'altra è stato deliberato di dare il sostegno ad un progetto che vede coinvolte anche le famiglie di Giovi e della Chiassa.

“Sostegno ai servizi di pre e post scuola per gli istituti statali e organizzazione di servizi aggiuntivi per le piccole scuole di periferia: abbiamo approvato questa mattina due progetti ai quali personalmente tengo molto e che dimostrano come Arezzo stia puntando moltissimo sull’idea della scuola come comunità”. Il vicesindaco Lucia Tanti commenta la decisione presa dalla Giunta di approvare lo stanziamento di un contributo straordinario di 60mila euro per gli istituti comprensivi statali del Comune di Arezzo (Giorgio Vasari, Francesco Severi, IV Novembre, Piero della Francesca, Margaritone, Cesalpino) a sostegno dell’attivazione dei servizi di pre/post scuola e del doposcuola “Pomeriggi Insieme” per le scuole di prossimità di Ponte alla Chiassa e di Giovi

“Si tratta di un contributo straordinario – continua il vicesindaco – per sostenere i dirigenti nell’attivazione dei servizi aggiuntivi, importantissimi per bambini e famiglie ma la cui organizzazione, in applicazione delle norme legate all’emergenza sanitaria nazionale, è quanto mai complessa e onerosa. Quanto a ‘Pomeriggi insieme’, si tratta di un progetto di azioni ludico-ricreative diffuse e di comunità che nasce per dare forza alle piccole scuole di periferia, che per noi sono assolutamente centrali. Lo abbiamo definito anni fa grazie alla delibera approvata dal Consiglio Comunale su proposta del consigliere Egiziano Andreani per raggiungere l’obiettivo delle ‘scuole aperte h24’ che ha dato avvio al progetto ‘Scuole piccole, progetti grandi’. Nulla tuttavia avremmo potuto fare senza la disponibilità delle famiglie che hanno davvero costruito una rete di prossimità e partecipazione che dovrebbe essere un modello per tutta Arezzo”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno