Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:25 METEO:AREZZO10°20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Cronaca martedì 17 gennaio 2023 ore 15:50

Regolamento di conti, baby gang devasta il locale

Spintone involontario accende la miccia nel bagno. La banda interviene per spalleggiare l’amico, volano sedie e bottiglie. Sei denunciati



AREZZO — Individuati e denunciati dalla Squadra Mobile aretina  sei giovani che, nella seconda metà del mese di dicembre, si sarebbero resi autori di una rissa all’interno e in prossimità di un esercizio commerciale cittadino.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’episodio risale alla tarda serata del 18 dicembre e la miccia che avrebbe scatenato la baraonda sarebbe stato un banale diverbio avvenuto all’interno del bagno del locale in questione tra ragazzi. A seguito di uno spintone involontario ricevuto, uno dei ragazzi poi denunciati avrebbe cominciato ad inveire contro un coetaneo ed avrebbe poi chiamato in aiuto un gruppo di amici per “regolare i conti”.

All’arrivo del gruppo dei ragazzi la situazione sarebbe diventata incandescente poiché questi avrebbero cominciato a tirare in aria i tavolini e le sedie ed a lanciare bottiglie di vetro, presumibilmente “con il fine di vendicare l’offesa subita, ossia la mancanza di rispetto nei confronti di un loro amico” spiegano dalla Questura. Il gruppo di ragazzi avrebbe anche spintonato il titolare e gli addetti alla sicurezza che tentavano di sedare la rissa.

L’immediato arrivo delle forze dell’ordine ha provocato la fuga degli aggressori, i quali, in seguito all’attività d’indagine della Squadra Mobile, sono stati individuati e denunciati per i reati di rissa, danneggiamento e percosse in concorso.

Si tratta di cinque maggiorenni ed un minorenne, già noti alle forze dell’ordine per pregressi episodi simili. Alcuni di loro avevano partecipato alla violenta aggressione nei confronti di un sessantenne verificatasi qualche settimana prima in piazza Sant’Agostino. 
Sono in corso ulteriori indagini volte a risalire a responsabilità penali di questi giovani in relazione ad altri episodi analoghi avvenuti a cavallo tra la fine del 2022 e l’inizio del nuovo anno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno