Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:44 METEO:AREZZO11°20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, rapinano taxi con maschera da clown: l'aggressione ripresa dalla telecamera dell'auto

Attualità venerdì 09 ottobre 2020 ore 18:00

Segre racconta l'Olocausto e dà lezione a tutti

Toccante testimonianza della senatrice a vita nell'incontro a Rondine. "Sono diventata una donna libera e di pace". L'appello ai giovani



AREZZO — Liliana Segre parla, ricorda e racconta le atrocità che ha vissuto. Non entra mai nei dettagli orrendi dell'olocausto ma lo racconta attraverso gli occhi di quella bambina di 13 anni che in poche ore è diventata donna, matura, testimone delle atrocità del genere umano.

"Sono diventata una donna libera e di pace. Quegli eventi mi hanno reso così e così ho convissuto fino ad oggi". Con queste parole Liliana Segre conclude l'intervento a Rondine.

Un lungo applauso, ininterrotto, la saluta e la ringrazia per tutto quanto ha fatto ed ha dato all'umanità.

Liliana Segre non racconta le atrocità dell'Olocausto ma narra quei momenti assurdi visti dagli occhi di una bambina di appena 13 che in poche ore è passata da fanciulla a donna vissuta.

La difficoltà nell'accettare di passare in poche ore "da una persona a nessuno", e solo perché appartiene ad una religione diversa da quella del Reich. Il distacco dal padre, l'umiliazione del taglio dei capelli, dell'essere continuamente vista nuda dai soldati nazisti. ll lavoro, il lager, il desiderio e la forza di vivere. 

Liliana Segre ripercorre un periodo assurdo della sua vita e dell'umanità. Cose che l'hanno devastata portandola a vedere dentro di se la miseria dell'animo umano. La senatrice a vita tutto questo lo ha messo a disposizione dell'umanità. Le sue emozioni, il senso della vita, l'importanza di sopravvivere alle avversità. Nel suo racconto c'è tutto. La brutalità dell'olocausto ma anche le emozioni e le sensazioni di chi ogni giorno si trova a combattere con qualcosa che non conosce. 

Liliana Segre parla ai giovani affinché capiscono l'importanza delle piccole cose. Particolarmente toccante la sottolineatura sul "cibo che non deve essere sprecato" ma anche di un "abbraccio che deve essere sempre riservato a chi ti vuol bene".

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno