Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO16°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità venerdì 08 ottobre 2021 ore 12:06

Sevizi d'emergenza animali, il piano del Comune

Giovanna Carlettini

L'assessore Carlettini incontra dirigenti, rappresentati del canile e della varie associazioni. Ecco gli interventi che verranno fatti anche con Asl



AREZZO — Un piano articolato e ben delineato per attuare al meglio i servizi si emergenza in favore degli animali. Questo è il tema della riunione a Palazzo Cavallo indetta dall'assessore Giovanna Carlettini. Presenti all'incontro anche il direttore dell’ufficio ambiente Alessandro Forzoni, il direttore sanitario del canile municipale Maurizio Martini, Sandra Capogreco di Enpa e Michela Innocenti, Giacomo Petrai e Francesca Luzzi di Oipa.

L’oggetto: il punto sui servizi di emergenza a favore degli animali, articolati su due direttrici, la prima in capo al Comune di Arezzo e al centralino della polizia municipale e la seconda che fa riferimento al centralino della Asl.

“Per quanto riguarda la prima – sottolinea Giovanna Carlettini – il motore della recente implementazione dei servizi di tutela è stata la creazione di uno specifico nucleo operativo in seno alla polizia municipale. Ci sono, come oramai noto, agenti che si occupano specificatamente del controllo e della repressione di comportamenti incivili nei confronti dei nostri amici a quattro zampe. Per alcuni di essi, ricordo, si configurano addirittura fattispecie di reato. Il centralino della PM può dunque essere contattato sia se si viene a conoscenza di casi di maltrattamento sia nel caso di rinvenimento delle esche avvelenate”.

È invece da comporre il numero 0575 2551 della Asl per segnalare la presenza di animali selvatici in grave sofferenza o cani e gatti randagi sempre in stato di sofferenza, come ad esempio a seguito di un incidente stradale. Il numero serve anche per segnalare cani vaganti. Chi telefona dovrà specificare a quale delle suddette fattispecie va ricondotto il motivo della sua chiamata. Dopo di che la Asl smisterà le chiamate alle varie associazioni convenzionate con il Comune che interverranno in base al caso riscontrato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno