Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:AREZZO16°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità mercoledì 15 aprile 2020 ore 07:15

"Siamo passati da emergenza sanitaria a economica"

Giuseppe Salvini, per 21 anni segretario generale Cciaa Arezzo

Giuseppe Salvini vede la pandemia come uno tsunami per le attività aretine già gravate da anni di crisi ma crede sull'export e sul turismo domestico



AREZZO — Giuseppe Salvini interviene alla consueta conferenza stampa del sindaco Ghinelli e porta il suo contributo di massimo esperto in tema economico e finanziario inerente al tessuto produttivo aretino.

"Si tratta di un'emergenza che nel breve tempo è passata da sanitaria a economica. Questo è avvenuto in un contesto già duramente afflitto da anni di crisi. E' uno tsunami su un'economia già provata. Il Pil prodotto in provincia di Arezzo è di 7,8 miliardi l'anno. Se consideriamo che oggi operano circa 23mila aziende su 45mila presenti sul territorio aretino, è facile intuire come nel mese di lockdown abbiamo perso circa 300milioni di euro"

A tal proposito Salvini ricorda che il Fondo monetario Internazionale ha previsto per l'Italia una decrescita del 10% del Prodotto Interno Lordo nel corso del 2020.

Anche a livello occupazione la situazione è pesante. Per circa 50mila persone sono state attivate procedure assistenziali attingendo a Cassa integrazione o fondi bilaterali.

Salvini riconosce che questa è una situazione estremamente complicata che colpisce tutti i settori del manifatturiero aretino. Dalle 1200 imprese dell'oreficeria alle 800 della moda tutti sono investiti da questa emergenza economica. Per non dimenticare le sentinelle del mercato, le attività di commercio al pubblico e che rappresentano un patrimonio socio-economo della città.

L'ex segretario generale della locale Camera di Commercio ricorda che la gran parte della produzione aretina è destinata prevalentemente ad un mercato estero che, pur essendo condizionato dalle problematiche legate al virus, non è afflitto da una crisi economica pregressa. Per questo la fiducia per una ripresa, nel medio termine, del "motore Arezzo" c'è.

Giuseppe Salvini, parla anche di come il turismo, settore fortemente in crescita negli ultimi anni ad Arezzo, sia stato ridotto allo stremo dalla pandemia. "Siamo passati da un milione e mezzo di presenze al vuoto totale. Per tornare a vedere visitatori esteri di qualità, purtroppo, passeranno anni". 
Ma anche in questo caso non vede tutto nero e scommette sul turismo domestico, quello nazionale, ed invita Ghinelli a favorire ogni opportunità che si potrebbe creare con promozioni e facilitazioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno