Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:04 METEO:AREZZO11°20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sorrentino: «Parthenope? Il miracolo della giovinezza»

Cultura sabato 11 marzo 2017 ore 07:00

Sottrarsi alla seduzione digitale: ne parla Crepet

Baciami senza rete: buone ragioni per sottrarsi alla seduzione digitale. Paolo Crepet mattatore nella terza puntata della scuola per genitori a Soci



AREZZO — “Baciami senza rete. Buone ragioni per sottrarsi alla seduzione digitale”: sarà questo il titolo del terzo appuntamento della scuola per genitori “Insieme per Crescere” di Confartigianato Arezzo. La serata si svolgerà al Cinema Italia di Soci il 23 marzo prossimo, come di consueto con inizio alle 20.45.

A fare da mattatore sarà Paolo Crepet, il noto psichiatra e psicoterapeuta, che rappresenta ormai da anni una colonna portante degli appuntamenti serali dedicati ai genitori da parte di Confartigianato.

“Paolo Crepet è un grande esperto e una grande certezza – spiega Erminia Romagnoli, presidente del Gruppo Donne di Confartigianato. - Ha partecipato a tutte le edizioni della nostra scuola, sempre con grande successo, ed ha affrontato tante tematiche, tutte di grande interesse per i genitori e per gli educatori, aiutandoci a riflettere e a comprendere meglio i nostri ragazzi. Siamo certi che anche stavolta, vista la grande attualità del tema di cui parleremo, la serata risulterà di grande interesse per tutti.”

“Un particolare ringraziamento – aggiunge Mauro Giovagnoli Direttore di Confartigianato – al Comune di Bibbiena, per il suo patrocinio, e agli sponsor per il loro contributo, fondamentale per la realizzazione della serata: Camera di Commercio di Arezzo, Banca Anghiari e Stia, Coingas Estra, Miniconf, Aruba, MG – sistemi arredamento industriale, Spazio Gioco Il Cappellaio Matto. Quest'ultimo metterà a disposizione uno spazio per i bambini in occasione della serata.”

Come di consueto Crepet sarà provocatorio e stimolante. Intanto il titolo dell'evento, lo stesso del suo ultimo libro, nato da una scritta che l'autore ha letto su un muro di Roma: “Spegnete facebook e baciatevi”, che riassume con efficacia la riflessione a cui Crepet intende condurre genitori ed educatori.

“Quella frase – spiega Crepet – è una fantastica sintesi di un pensiero non conformista, una sfida all'arrancare quotidiano di milioni di formiche, tra casa e ufficio, tra palestra e centri commerciali, obbligate a connettersi e a essere connesse senza requie, senza pensiero, senza dubbio. Il presente ha anestetizzato i pensieri, costringendo all'ascolto contemporaneo di quelli altrui. Il mio scopo fondamentale – chiarisce Crepet – è cercare di discutere sulle conseguenze, volute o indesiderate, del grande cambiamento che le nuove tecnologie digitali stanno imprimendo alla nostra quotidianità. È il tentativo di sottolineare contraddizioni ed effetti collaterali di un nuovo mondo che si presenta non solo come l'ultima e più stupefacente rivoluzione industriale, quella digitale, ma, soprattutto, come una strabiliante e inattesa mutazione antropologica".

E sopratutto, il quesito fondamentale da porre alle coscienze dei genitori: “Quali saranno le percezioni e i sentimenti di una bambino che a pochi mesi sa già scorrere l'Ipad, ma non sa ancora nemmeno parlare o camminare?”

La risposta di Crepet il 23 marzo a Soci, cinema Italia, ore 20,45 con la scuola per genitori di Confartigianato.

Miniconf ha deciso di sostenere per il sesto anno consecutivo il progetto “Scuola per genitori”, perché consapevole dell’importanza di promuovere anche nel nostro territorio iniziative che hanno l’obiettivo di aiutare le famiglie a crescere i figli nella complessa società contemporanea, fornendo loro strumenti educativi moderni ed efficaci. Un’azienda in cui l’80% di dipendenti sono donne, di cui molte mamme, non può che condividere il principio dell’importanza del ruolo educativo della famiglia all’interno del tessuto sociale. La rivoluzione digitale ha radicalmente modificato il mondo del lavoro, ma anche - e soprattutto - le abitudini di vita nostre e dei nostri figli. I “nativi digitali” hanno a disposizione strumenti e tecnologie che la generazione precedente nemmeno immaginava. Tuttavia agli strumenti tecnologici è importante affiancare risorse culturali ed educative, per permettere ai nostri figli di affrontare questa nuova realtà. Miniconf ritiene quindi di fondamentale importanza supportare iniziative come questa.

"L’amministrazione di Bibbiena - precisa l' Assessore alla scuola Mara Paperini - è felice di contribuire alla collaborazione e promozione di questo evento che avrà come ospite il dott. Paolo Crepet. Il tema della realtà virtuale trattato nella serata nel 23 marzo, sarà ripreso –a seguire - proprio negli incontri della scuola per genitori del Comune di Bibbiena. Ricordo infatti che il 31 marzo, presso il Centro infanzia adolescenza e famiglia (CIAF) comunale di Soci partiremo con il primo incontro: “Analizziamo la rete-internet visto da genitori e figli” dott.ssa Claudia Rubini psicoterapeuta di Dedalus di Jonas (Bologna)".

"La famiglia ed Estra: un binomio inscindibile. - Precisa il Presidente Francesco Macrì - Siamo una delle maggiori aziende italiane dell’energia, espressione dei comuni soci e quindi dei cittadini. Stiamo dalla loro parte, puntando a garantire massima qualità del servizio e massima equità delle tariffe. Questo è un contributo concreto che diamo alle famiglie e non possiamo quindi che condividere pienamente questa iniziativa di Confartigianato che punta a consolidare il perno essenziale della società e cioè la famiglia."

"La storia di Coingas - sottolinea il presidente Sergio Staderini - è quella di una grande “famiglia” dei comuni, iniziata con un consorzio tra gli enti locali per garantire il metano. E quindi l’energia e lo sviluppo sociale ed economico. Sosteniamo Confartigianato in questo suo progetto perché risponde alla necessità di supportare la famiglia, di dare ai genitori strumenti culturali per la crescita dei figli, di sostenere una logica di condivisione di un progetto, dalla forte matrice sociale, tra soggetti diversi tra cui anche Coingas.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno