Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:17 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Sport martedì 16 febbraio 2021 ore 13:10

Stellone ha in mente novità contro il Padova

L'allenatore ha analizzato l'andamento della partita pareggiata domenica con il Carpi e si affida all'unica cura possibile: il lavoro sul campo



AREZZO — L'Arezzo è appena partito alla volta di Padova, dove allo stadio “Euganeo” affronterà i padroni di casa domani alle 17,30, nel più classico dei testacoda. Sono 38 i punti che separano gli amaranto dai biancorossi, sembrerebbero già una sentenza per la partita di domani. Ma il tecnico resta fiducioso, soprattutto alla luce di quanto visto nelle ultime gare.

La consueta conferenza stampa della vigilia è iniziata proprio con l'analisi della partita di domenica scorsa contro il Carpi, recuperata dopo la mazzata del 3-1 ospite a metà ripresa, viziato dall'evidente ennesimo rigore non concesso al Cavallino Rampante. Stellone ha detto chiaramente che si sente di essere ottimista proprio per quanto visto sul campo. “E' ovvio che non può andare bene prendere gol come quelli subiti due giorni fa, ma è altrettanto vero che il Carpi alla fine ha tirato in porta tre volte, noi diciassette. Sembrava che avessero sempre loro la palla, invece riguardando la partita l'abbiamo tenuta noi per il 55% del tempo. Abbiamo crossato quasi il doppio di quanto facevamo prima e sono tutti segnali positivi. Infatti abbiamo finito la partita in crescendo e recuperato con due reti di svantaggio. Sarei molto più preoccupato se avessimo magari anche fatto qualche punto in più, ma costruendo e concludendo di meno”.

Nel rispetto che l'Arezzo deve avere della capolista, protagonista nell'ultimo periodo di risultanti importanti e roboanti dal punto di vista del punteggio, Stellone è convinto che gli amaranto abbiano delle carte da giocarsi anche all'Euganeo: “La prestazione delle ultime due partite non è certo da squadra all'ultimo posto o rassegnata. Negli allenamenti monitoriamo i ragazzi, che stanno lavorando in modo positivo e produttivo. Non è un caso se le nostre statistiche stanno crescendo gara dopo gara. Domani affronteremo una gara difficile contro la capolista, ma se riusciamo a restare in partita potremo dire la nostra”.

Dal punto di vista degli indisponibili o dei giocatori che stanno uscendo dagli infortuni, poco è cambiato negli ultimi giorni. Soprattutto per quanto riguarda il reparto dove si sono riscontrati più infortuni: quello offensivo. Carletti è tornato in campo nei minuti dell'assalto finale al Carpi, ma non si è giocato quasi niente dei ben 8 minuti di recupero stabiliti da Tremolada. Perez rientrerà definitivamente in gruppo prima del Matelica e si potrà forse pensare ad un suo utilizzo parziale per fargli mettere prima possibile minuti nelle gambe. Di Grazia si è fermato durante la rifinitura e Cutolo è uscito con una contrattura dall'ultima gara disputata.

Stellone pensa quindi a qualche cambiamento nella formazione titolare, ma lo aveva comunque già detto prima ancora del pareggio con il Carpi. Le tre partite da giocare in una settimana avrebbero comunque costretto il tecnico ad un po' di turnover. “Dobbiamo gestire le forze e far rifiatare qualcuno, ma ho piena fiducia in chi scenderà in campo, anche se finora ha trovato poco spazio”. Una frase sibillina che fa capire come si vada verso qualche novità particolare per l'assalto al fortino della prima della classe.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Mister Stellone alla vigilia di Padova-Arezzo
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno