Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:10 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 12 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Supercoppa saudita: il tifoso prende a frustate il calciatore della squadra avversaria

Attualità sabato 18 dicembre 2021 ore 17:30

Rilancio Arezzo, Ghinelli tira le somme sul 2021

Sindaco e Giunta illustrano le principali attività fatte. Dal turismo alle opere pubbliche pensando anche al Pnrr. Possibili novità per l'ex Lrebole



AREZZO — "Un'efficacia Amministrativa che si traduce in un miglioramento della qualità della vita degli aretini". Ghinelli è molto soddisfatto di quanto fatto dalla sua giunta nel corso del 2021 che è stato comunque condizionato dall'emergenza sanitaria e dalle relative conseguenze.

Ovviamente ampio spazio è riservato al Turismo. Non c'è dubbio che il 2021 abbia consacrato Arezzo tra le città italiane ambite dai visitatori. Se i numeri dell'estate sono stati entusiasmanti, quelli del Natale sono a dir poco straordinari. Ma non tutto è rose e fiori. Sì perché il grandissimo flusso di visitatori ha messo in evidenza alcune carenze strutturali sulla quali adesso bisogno ragionare concretamente. Il sindaco è consapevole che serve un maggior numero di bagni pubblici e parcheggi capienti e sta pressando Anas affinché anche venga realizzato il raddoppio del raccordo Arezzo-Battifolle. Poi c'è il problema atavico del traffico su rotaia. Grazie anche alla nuova dimensione turistica, Arezzo necessita di un adeguato programma di treni ad alta velocità che la colleghino direttamente alle grandi città e agli aeroporti. Su questo Ghinelli intende far valere le ragioni dell'intera collettività in Regione ed ai vertici di Trenitalia e Italo.

Nel tracciare il bilancio di questo 2021 il sindaco ha ricordato come stiano partendo le opere pubbliche, tallone d'Achille della primo mandato Ghinelli. Definiti gli accordi con le società appaltatrici sono partiti gli interventi in città e il primo cittadino è convinto che a partire dal 2022 saranno tante le strutture e le opere che verranno inaugurate.

Particolare attenzione è stata dedicata all'ambiente e il sindaco ha citato le performance di Aisa che oggi è un'azienda capace di fare scuola in Toscana e non solo. Resta il neo dell'aumento della Tari, condizionato dal nuovo sistema Arera che ha legato le mani alle Amministrazioni imponendo tariffe in base ai costi sostenuti dal concessionario (Sei Toscana ndr) e non calcolati sull'effettivo consumo dei cittadini. Per mitigare questi rincari il Comune è intervenuto utilizzando risorse proprie, gravando marginalmente sulle tasche dei contribuenti. 

Il 2022 vedrà il Comune ricevere una "valanga di soldi" del Pnrr. A tal proposito Ghinelli ha sottolineato come attualmente ci sia poca chiarezza normativa ma ha garantito che il Comune si sta attrezzando per andare a prendere le risorse ed impiegarle, entro il 2026, nello sviluppo della città. Quindi completa digitalizzazione, acquisto di veicoli per il trasporto pubblico a bassa emissione e il famoso terzo luogo.

Passi avanti pare vengano fatti per dare una mano di vernice all'ex Lebole. Su questo aspetto il sindaco è cauto per non compromettere il lavoro "relazionale" fatto fino ad ora, ma ha ammesso che ci sono  presupposti concreti per una svolta importante.

In questo 2021, inoltre, sono state consegnati 15 nuovi alloggi di edilizia popolare che si sommano agli altri 67 già programmati. Il Comune ha provveduto anche a potenziare il personale con 35 assunzioni. Poi la cultura che ha visto l'inaugurazione dell'auditorium "Guido D'Arezzo", il ritorno del concorso Polifonico internazionale, l'estate aretina e la programmazione di una stagione concertistica di rilievo. 

Anche il 2021 è stato condizionato dalla pandemia e il sindaco ha ricordato i milioni di euro del programma "Arezzo non molla e riparte 2.0"  stanziati in favore delle imprese e dei cittadini. 

Cosa non meno importante, afferma orgoglioso il sindaco, è che il tutto è stato fatto in pieno equilibrio di bilancio.

Un cenno al ritorno dei Quartieri in Piazza. Una scommessa vinta dall'Amministrazione che ha voluto la Giostra del Saracino nonostante i tanti timori legati alla pandemia.

Ultima nota comunicata da Ghinelli è la costituzione della Fondazione "Arezzo Comunità". Ieri la firma dal notaio e dall'anno nuovo questo strumento sarà libero di operare dando quindi nuovo impulso alle attività del sociale e della scuola.

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ghinelli traccia un bilancio del 2021 e programma il 2022
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno