Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:32 METEO:AREZZO13°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, Giuliano Sangiorgi riceve la chitarra di Pino Daniele dal figlio e si commuove

Politica martedì 18 agosto 2020 ore 09:32

Turismo, uno "Stop & Go" dietro alla stazione

La proposta di Donati: "In città manca un luogo di appoggio per depositare i bagagli, accedere ai distributori automatici, ricevere informazioni"



AREZZO — Il programma che il candidato sindaco Marco Donati presenterà nei prossimi giorni insieme alle liste civiche che lo sostengono, Scelgo Arezzo e Con Arezzo, prevede una parte importante dedicata ai temi del turismo e della promozione della città.

“Abbiamo elaborato una serie di proposte che tengano conto dei grandi cambiamenti in corso e, in particolare, della recente emergenza sanitaria - spiega Donati - Arezzo deve diventare meta del turismo delle 3S: sostenibile, sano e sicuro. Dobbiamo, in collaborazione con le tante associazioni del territorio, mappare i percorsi ciclopedonali che dalla città si proiettano verso le nostre colline e la nostra campagna, geolocalizzando i punti di ristoro”.

Secondo Donati, Arezzo può e deve diventare il centro delle politiche turistiche della provincia diventando “capoluogo turistico”, ponendosi al centro degli itinerari turistici provinciali e creando sinergie con le vallate e con gli altri comuni, così da qualificare l’offerta e aumentare il numero dei pernottamenti. 

A tal proposito Arezzo deve anche diventare una città più accogliente e offrire un numero maggiore di servizi legati al turismo. “Ad Arezzo - continua Donati - manca un luogo di appoggio nel quale depositare i bagagli, accedere ai distributori automatici, ricevere informazioni sull'offerta turistica. La nostra idea è quella di realizzare uno Stop & Go dietro la stazione ferroviaria, a Campo di Marte, riqualificando così anche un'area urbana che ha necessità di essere sottratta al degrado. Servono, inoltre, totem informativi, servizi igienici e punti di informazione”. 

Arezzo ha anche estremo bisogno di utilizzare la tecnologia e i big data. “Attraverso l'ascolto della rete possiamo scoprire le tendenze e le parole chiave legate alla nostra città, fornendo informazioni utili su promozione e marketing sia all’amministrazione che agli operatori del settore e commerciali. Allo stesso tempo occorre migliorare l’indicizzazione di Arezzo nei motori di ricerca”. 

Infine, una maggiore valorizzazione dell’area di Castelsecco, la candidatura di Arezzo a patrimonio Unesco e una particolare attenzione verso i nostri eventi più importanti, la Giostra del Saracino e la Fiera dell’Antiquariato. “Il sito archeologico di Castelsecco rappresenta un patrimonio inestimabile da valorizzare- conclude Donati - Il comune deve, in sinergia con l’associazione Castelsecco, promuovere la candidatura della città a patrimonio Unesco, collegandola al sito archeologico. Allo stesso tempo occorre investire sulla Giostra e sulla Fiera dell’Antiquariato collaborando fattivamente con i quartieri e le associazioni dei Musici, degli Sbandieratori e dei Signa Arretii nonché con espositori ed antiquari".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno