Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:46 METEO:AREZZO19°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La rapina da Yamamay: una commessa a terra ferita, l'altra affronta il bandito

Attualità lunedì 21 dicembre 2020 ore 19:22

Un altro pedone investito a Ceciliano

Foto archivio

Incidente poco prima delle 19. Settantacinquenne travolto da un'auto. Sul posto la Polizia Municipale e l'ambulanza che lo ha portato al San Donato



AREZZO — Ennesimo incidente a Case Nuove di Ceciliano, lungo la Regionale 71, dove poco prima delle 19 è stato investito un altro pedone. Si tratta di un 75enne che è stato travolto da un'auto.
Sul posto sono immediatamente intervenuti i soccorsi. Un'ambulanza ha traportato il ferito all'ospedale San Donato in codice giallo. Per i rilievi è intervenuta sul posto la Polizia Municipale.

Quel tratto di strada è tra i più pericolosi della città. Da mesi l'attraversamento pedonale è provvisorio. Ci sono infatti delle limitazioni per camminare a piedi a causa di un marciapiede interrotto per un vecchio edificio pericolante.

La scorsa estate, a fine luglio, una donna, residente proprio nella frazione alle porte di Arezzo, era stata investita riportando gravissime lesioni in seguito alle quali è deceduta dopo un mese di agonia. Una drammatica lista di vittime quella legata alla viabilità della Regionale 71 che attraversa l'abitato. 

A peggiorare la situazione di una strada di per sé tra le più, se non la più rischiosa della provincia, il semaforo lasciato sempre sull'arancione, quindi che consente ad auto e camion di transitare in continuazione, senza sosta. E passano anche a velocità elevate, non essendoci limitatori di velocità, come neppure dossi. Inoltre, il traffico è sempre molto intenso, essendo l'unico percorso che collega il Casentino alla città.

Solo qualche settimana fa avevamo documentato ulteriormente la situazione. Non è però arrivata alcuna risposta da parte degli enti competenti. Gli anni, i mesi, i giorni passano e gli incidenti continuano. Come aumentano vittime e feriti.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità