Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:AREZZO13°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve»

Attualità domenica 30 maggio 2021 ore 12:25

Viale Giotto, tra crisi e dignità da salotto buono

La sosta selvaggia è la maggior pecca della zona. Qualche episodio di degrado. Ansia mercato con le chiusure. Ma le potenzialità restano alte



AREZZO — Viale Giotto. Una strada fondamentale della città, che prende il nome da un genio della pittura. Ed è circondata da una toponomastica che richiama altri maestri della tavolozza e pennello. 

Ma questa strada, come altre, ha vissuto negli anni fasi alterne. E anche l'ultimo periodo, del lockdown, è stato particolarmente duro. Innanzitutto, con le chiusure in pratica niente tradizionale mercato del sabato (limitato a qualche banco alimentare e basta). 

A questo si aggiunge che il "salotto buono della città", pure recentemente, è stato teatro di episodi spiacevoli, segnati dal degrado e dal disagio. In passato, in una zona come questa, sarebbero stati praticamente impensabili.

Ma i tempi cambiano, come cambia rapidamente la città. Nella piazza omonima la manutenzione latita e l'aspetto è abbastanza desolante. Fortunatamente, una volta a settimana, ci pensano i banchi con i prodotti del territorio a rianimarla.

Per viale Giotto, inoltre, il flagello è rappresentato dalla sosta selvaggia, che tormenta un pò tutto il quartiere. Tantissime le attività commerciali, molto frequentate, che si trovano nella zona. E fortunatamente ne aprono anche di nuove. Anche perché si tratta di una zona cittadina ben collegata e molto popolata.

Non solo. Si affaccia su uno dei polmoni verdi più importanti di Arezzo, il parco Pertini, chiamato appunto da tutti parco Giotto. Uno spazio che sta vivendo un'importante riqualificazione che si sta completando con la riapertura e riqualificazione del bar, come con il restyling dei bagni pubblici.

Basterebbe veramente poco per ridare lustro al quartiere. Confidiamo nel futuro.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa mattina si sono svolti a Capolona i funerali della 27enne che giovedì scorso ha perso la vita nei pressi di Olmo. In tanti presenti in chiesa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Giostra Saracino

Cronaca

Attualità