Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Cronaca venerdì 03 luglio 2015 ore 18:21

Arrestata guardia carceraria a Sollicciano

Si tratta di un assistente capo di polizia penitenziaria che è stato scoperto con due telefoni cellulari all'interno della sezione penale



FIRENZE — Un assistente capo di polizia penitenziaria del carcere fiorentino di Sollicciano è stato arrestato dopo il ritrovamento di due telefoni cellulari nella sezione penale. A riferirlo Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp, l'Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria. "Quest'oggi - afferma Beneduci in una nota - nel corso di una operazione condotta dalla polizia penitenziaria nella sezione penale del carcere di Firenze Sollicciano e rivolta all'individuazione di sostanze e oggetti non consentiti, oltre al rinvenimento di due telefoni cellulari perfettamente funzionanti, si è provveduto all'arresto di un assistente capo di polizia penitenziaria di 50 anni probabile responsabile dell' introduzione all'interno del carcere dei due apparecchi telefonici". "Anche quest'ultimo episodio di grave infedeltà da parte di un appartenente al Corpo di polizia penitenziaria, unitamente alle frequentissime aggressioni, agli incendi nelle celle e ai suicidi è frutto - scrive il sindacato in una nota - del clima di pesante abbandono istituzionale e di pessima organizzazione che contraddistingue la gestione del carcere fiorentino e che individua la principale responsabilità nel direttore del carcere, anche oggi assente unitamente al comandante e nel provveditore regionale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno