Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:22 METEO:AREZZO11°13°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Cronaca sabato 16 maggio 2020 ore 13:15

Truffa mascherine, denunciato noto sito e-commerce

Vendono online protezioni Ffp2 e Ffp3, il cliente paga ma la merce consegnata non corrisponde a quella ordinata. Smascherati dai Carabinieri



BIBBIENA — I Carabinieri di Bibbiena mettono a segno un bel colpo contro la truffa delle mascherine vendute online. I militari dell'Arma, infatti, dopo la segnalazione di un cittadino che era caduto nella "rete", individuano e denunciano il titolare di un noto sito  e-commerce con sede a Roma.

L'indagine parte a marzo, un uomo di Bibbiena acquista per 40 euro due mascherine Ffp2 e Ffp3 da questo "famoso" portale online, ma quando riceve il pacco si accorge che le protezioni non erano quelle pubblicizzate. Si trattava, infatti, di due manufatti senza regolare certificazione e di dubbia funzionalità. Così il malcapitato denuncia il fatto ai Carabinieri di Bibbiena.

Partono le indagini che si concludono con la denuncia, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, di un 60enne italiano che a Roma gestisce una nota azienda di distribuzione di materiale di vario genere. 

Ma non finisce qui. I Carabinieri scoprono che l’Antitrust aveva avviato un procedimento istruttorio nei confronti dell’impresa, disponendo in via cautelare la sospensione della promozione e della vendita, attraverso il dominio italiano, delle mascherine pubblicizzate come Ffp2, quelle finite nelle mani dell’uomo di Bibbiena. L’azienda incriminata, nella persona del suo titolare, era già finita al centro di polemiche e denunce per fatti analoghi, poiché altro materiale, di diversa tipologia, era giunto nelle mani dei destinatari spesso con caratteristiche completamente diverse da quelle pubblicizzate.
Nel caso delle mascherine, erano state messe in vendita nonostante ciò fosse stato impedito dalle autorità competenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno